Serie di arresti anche l'ultimo giorno, il comandante saluta commosso città e Carabinieri

Il Maggiore Raffaele Conforti lascia il comando della Compagnia Carabinieri di Osimo per assumere un nuovo incarico. Tutti i dati sull’ordine pubblico negli ultimi 7 anni

Raffaele Conforti

Il maggiore Raffaele Conforti saluta Osimo e lo fa nelle stesse ore in cui ha arrestato la banda che poche ore prima aveva assaltato una gioielleria. Per il comandante della compagnia è arrivato il giorno dell’addio dopo sette anni e un numero incalcolabile di operazioni di pubblica sicurezza. Il nuovo incarico lo porterà, a partire dal 20 settembre prossimo, al vertice della Compagnia Carabinieri di Forlì mentre al suo posto nella città marchigiana arriverà il maggiore Luigi Ciccarelli, 52 anni, ora alla guida del Comando Provinciale di Potenza. Il pensiero dell’ufficiale va in particolare ai carabinieri osimani: «Verso di loro sono debitore per quello che mi hanno dato e i sacrifici che hanno dovuto sopportare per combattere le varie forme di criminalità e dare tranquillità alla brava gente, rinunciando spesso agli affetti dei loro cari» ha dichiarato il comandane uscente. Tra i risultati ottenuti da Conforti c’è la soluzione del caso Pinciarloli, il veterinario ucciso a San Paterniano nel maggio del 2017, per la quale il militare ha ricevuto un encomio dal Comandante Regionale. «I cittadini credono nella “benemerita” e noi Carabinieri d’Italia e militari di Pace dobbiamo dimostrare loro tutta la nostra vicinanza. Così come l’Arma dei Carabinieri fa da sempre da oltre due secoli nella difesa della democrazia e della costituzione» ha concluso Conforti.

I dati 

Raffaele Conforti è arrivato a Osimo il 20 ottobre del 2011 e sotto il suo coordinamento i carabinieri locali hanno eseguito un totale di 1.361 arresti; 8.652 denunce di cui 115 per stalking (con conseguenti 23 arresti); sequestrato 46,466 kg di sostanze stupefacenti sequestrate e scoperto 10 associazioni a delinquere di matrice pugliese e balcanica. Nel corso dei 7 anni ad Osimo e Valmusone è stato calcolato un abbattimento complessivo dei reati pari al 46% (dati del Ministero dell’Interno). I dati accreditano al maggiore Conforti 1/3 degli arresti di competenza della Legione Carabinieri Marche. Solo quest’anno, al 31 agosto 2018 sono stati effettuati 332 arresti mentre nel solo biennio 2017-2018 le manette sono scattate per 654 persone. 

I maggiori successi 

Tra i numerosi successi dei carabinieri osimani, sotto la guida di Raffaele Conforti, spicca l’arresto di Valerio Andreucci, poi condannato per il già citato omicidio di Olindo Pinciaroli. Degni di nota anche l’arresto di Giovanni Occhiodoro per l’omicidio della madre, reato dal quale è stato assolto per incapacità di intendere e volere (gennaio 2013) e quello di Luca Graciotti per il tentato omicidio della ex convivente (agosto 2013). Nel palmares figura anche il doppio arresto dopo un lungo inseguimento di due rapinatori della filiale Unicredit di Osimo Stazione (febbraio 2012), la scoperta delle truffe relative a case vacanze fantasma (agosto 2012), l’operazione Gargano (gennaio 2017), i successi nell’inchiesta “Ramon Loco” sullo spaccio di stupefacenti fino ad arrivare alle recenti operazioni “Crash” e “Climbers” con le quali sono state sgominate bande di ladri con spaccate e topi di appartamento. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Meteo, arriva il freddo russo sulle Marche: tracollo termico e neve a basse quote

  • Nuove regole e quasi tutta Italia in zona arancione: ecco la situazione nelle Marche

  • Tremendo frontale sulla provinciale, veicoli distrutti: c'è una vittima

  • Tragico schianto sulla provinciale, la vittima è Francesco Contigiani: aveva 43 anni

  • Telefonata choc dal porto: «Aiuto, mi hanno stuprata in tre»

  • «Zona arancione da domenica e per altre due settimane»: la conferma di Acquaroli

Torna su
AnconaToday è in caricamento