Mercoledì, 23 Giugno 2021
Cronaca

Osimo: lascia il convivente, lui l'aspetta sotto casa e poi l'accoltella

Lui ha aspettato che uscisse di casa e l'ha aggredita. La vittima è stata ricoverata presso l'Ospedale di Osimo per lesioni gravi con una prognosi di 25 giorni e sottoposta ad intervento chirurgico

Giovedì mattina poco prima delle sei i carabinieri di Osimo sono intervenuti in via Scalette per soccorrere una donna aggredita, percossa e accoltellata dal suo ex fidanzato, con il quale aveva rotto da poco.
L’uomo, che si era dato alla fuga a bordo di un Opel Combo di colore bianco, è stato prontamente inseguito e raggiunto a Numana, in via Valcastango. Sul posto i militari hanno anche recuperato l’arma del delitto, un grosso coltello da cucina della lunghezza complessiva di 30 centimetri.

Dalla ricostruzione operata dai carabinieri è emerso che l’uomo, G. L., 43 anni, già noto alle forze dell’ordine per numerosi reati, era stato lasciato il 16 agosto – il giorno prima del suo compleanno – dalla convivente, C.A., nata a Napoli, 42enne residente in Osimo, per insanabili e inconciliabili motivi familiari ed economici. La donna si era quindi allontanata dalla casa di Numana dove conviveva e si era momentaneamente trasferita a casa della sorella.

L’uomo, rimasto da solo e sconvolto per la relazione interrotta, si è recato a Osimo e ha atteso che la donna, operaia addetta ad un’impresa di pulizia, uscisse da casa per andare al lavoro.
A quel punto il 43enne l’ha aggredita e colpita ripetutamente al volto e al collo, rendendola irriconoscibile e infierendo su di lei pugnalandola al torace.
A salvare probabilmente la vita alla donna è stata la sorella, che assistendo alla scena ha urlato con quanto fiato aveva in corpo richiamando l’attenzione dei passanti, oltre all’immediato intervento del 112.

La vittima è stata ricoverata presso l’Ospedale di Osimo per lesioni gravi con una prognosi di 25 giorni e sottoposta ad intervento chirurgico. Non si trova in pericolo di vita ma le è stata formulata una diagnosi delicata dovuta a: “Ferita penetrante da arma da taglio del torace policontusione, abrasioni multiple e sospetta perforazione del polmone destro”.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Osimo: lascia il convivente, lui l'aspetta sotto casa e poi l'accoltella

AnconaToday è in caricamento