Assaltavano le colonnine self dei distributori, conclusa l'operazione "Crash": 4 arresti

Con loro avevano 11 telefoni cellulari, alcuni attrezzi da scasso, torce elettriche, rotoli di biadesivo e 5mila euro in contanti. Il blitz scattato nella notte

Il materiale sequestrato

I Carabinieri della Compagnia di Osimo hanno concluso l'operazione "Crash" riuscendo ad arrestare una banda di criminali abruzzesi, specializzata in assalti a casse continue e colonnine self-service dei distributori di carburanti nelle Regioni di Marche e Abruzzo. Si tratta di 4 banditi residenti nella provincia di Teramo, ad Alba Adriatica, tutti originari di Galati in Romania.

Le indagini sono state avviate ad inizio anno in collaborazione con le Compagnie di Alba Adriatica e Fano e continuate dopo l’assalto avvenuto nella notte del 10 febbraio presso il distributore carburanti “Q8” di via Farfisa, all'Aspio, dove i banditi erano riusciti a scardinare tre colonnine Self-service, rubando circa 8mila euro e provocando danni stimati in 35mila euro. I militari hanno ricostruito l’intero modus operandi dei banditi, tutti successivamente identificati, specializzati nella commissione di furti ai danni di colonnine Self Service, che si trovavano nelle stazioni di servizio, utilizzando per i loro spostamenti una BMW serie 3 Station Wagon, di coloro rosso con la targa romena della provincia di Galati. I banditi, nei giorni scorsi, erano stati responsabili di analoghi furti avvenuti nelle province di Macerata e Teramo.

Il blitz è scattato domenica notte, quando i militari hanno rintracciato l'auto mentre sfrecciava lungo la SS/16 nei pressi del comune di Fano, in direzione nord. Giunta all’altezza del distributore IP Matic, i malviventi hanno compiuto il furto utilizzando lo stesso modus operandi. L'area è stata circondata ed ogni via di fuga chiusa per evitare che i 4 banditi potessero dileguarsi. Prima che arrivassero i rinforzi i banditi si sono diretti in una strada adiacente la SS/16, ma non lontano dal distributore. Poco dopo è scattato il blitz dei militari che li hanno bloccati e perquisiti. Con loro avevano 11 telefoni cellulari, alcuni attrezzi da scasso, torce elettriche, rotoli di biadesivo e 5mila euro in contanti. I componenti della banda sono stati dichiarati in arresto ed ora dovranno rispondere di Furto aggravato in concorso.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Meteo, arriva il freddo russo sulle Marche: tracollo termico e neve a basse quote

  • «Tutto esaurito, clienti felici e niente multa»: chef Luana fa il sold out e stasera si replica

  • Nuove regole e quasi tutta Italia in zona arancione: ecco la situazione nelle Marche

  • Tremendo frontale sulla provinciale, veicoli distrutti: c'è una vittima

  • «Zona arancione da domenica e per altre due settimane»: la conferma di Acquaroli

  • Tragico schianto sulla provinciale, la vittima è Francesco Contigiani: aveva 43 anni

Torna su
AnconaToday è in caricamento