rotate-mobile
Calcio

Verso Lucchese-Ancona, l'analisi di Colavitto: «Partita importante, ma non sono preoccupato»

Il tecnico dei biancorossi parla della sfida in Toscana: «Veniamo da un periodo in cui abbiamo raccolto meno di quanto seminato, ma la prestazione non è mai mancata»

Riscatto, sì, ma anche la voglia di dimostrare di aver imparato dagli errori commessi. E’ un Ancona umile ma fortemente determinata quella che si appresta a fare visita alla Lucchese, cercando anche di...migliorare il bilancio negli scontri diretti in Toscana. Il report infatti vede i rossoneri decisamente avanti nelle sfide del Porta Elisa: per i padroni di casa 10 vittorie (ultima 3-1 nella serie B 1995/96), 13 i pareggi (ultimo 2-2 nella serie C 2021/22) e 4 successi dorici (ultimo 2-1 nella serie C 2015/16). La squadra toscana non vince dal 28 gennaio 1996, 3-1 in B, con reti di Manzo, Fialdini e Pistella e provvisorio pareggio biancorosso di Lucidi.

«E’ una partita importante e difficile – dice il tecnico biancorosso, Gianluca Colavitto – perché veniamo da tre gare dove abbiamo raccolto meno di quanto prodotto. Nel nostro percorso ci può stare, ma non sono preoccupato, in quanto sul campo la prestazione c’è sempre stata, solo i risultati non ci hanno sorriso. Nello spogliatoio ho spiegato ai ragazzi in modo sereno quello che mi è piaciuto contro l’Entella e cosa no. Contro i liguri siamo stati disordinati, soprattutto nel secondo tempo dove abbiamo lavorato male mettendo poca attenzione. In questo momento deve venirci in aiuto il lavoro iniziato a luglio, quell’aspetto di coscienza collettiva creata in questi mesi. L’idea è quella di riprodurre sempre, contro chiunque, lo stesso gioco. Il 3-4-3? Quando l’ho proposto c’erano le condizioni per cambiare. Adesso non è così».

In merito all’avversario, Colavitto sottolinea non solo le oggettive qualità dei rossoneri, ma anche le difficoltà incontrate dai biancorossi nella sfida di andata disputata al “Del Conero”. «E’ una bella squadra che all’andata ci fece soffrire. L’Ancona disputò un’ottima ripresa. I toscani giocano su un terreno ostico ed annoverano giocatori importanti per la categoria: pensiamo di averla preparata bene, poi sarà il campo ad emanare il verdetto. Scendiamo sempre in campo per vincere e sarà così anche stavolta: il match ha un valore per noi come per la Lucchese, ogni gara ha il suo coefficiente di importanza e di motivazione».

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Verso Lucchese-Ancona, l'analisi di Colavitto: «Partita importante, ma non sono preoccupato»

AnconaToday è in caricamento