rotate-mobile
Domenica, 21 Aprile 2024
Calcio

Ancona, mese nuovo e vita nuova? Dorici a Lucca per tornare a sorridere

Ad un mese esatto dall'ultima affermazione, i biancorossi in campo al "Porta Elisa" con l'intenzione di invertire il trend negativo di febbraio

Un punto in tre partite. Bottino insufficiente, per pensare di tenere il passo del terzetto di testa sebbene la contemporanea frenata del Cesena – che dovrà anche fare tappa al “Del Conero” – mantenga viva la possibilità di agganciare il gradino più basso del podio. Ma che non basta nemmeno a scongiurare il rischio di essere...assaltati da parte di chi vede il quarto posto dell’Ancona come traguardo alla portata, in primis quella Carrarese che ha il miglior record dell’intera Serie C nelle ultime cinque gare (nelle quali ha messo in cassaforte tredici lunghezze). Una situazione che pone i biancorossi di fronte a quello che non è, esattamente, un bivio. Serve vincere, senza troppi giri di parole, perché rimandare ancora l’appuntamento con il successo rischierebbe infatti di complicare ulteriormente la corsa in prospettiva play-off, ed anche ridurre ulteriormente il margine di errore nelle prossime – ravvicinate – sfide proposte da un mese di marzo denso di impegni.

Di certo, la Lucchese rappresenta un avversario scomodo al di là delle qualità tecniche, per via di una certa...irregolarità di rendimento che la rende di complicata decifrazione. Caratteristica ben riscontrabile nel cammino di febbraio, in cui ha perso male in casa con la Recanatese, rifacendosi sette giorni dopo con la Vis Pesaro per poi non andare oltre lo 0-0 sul campo del Montevarchi ultimo in classifica. Anche su quelle che potrebbero essere le scelte di mister Maraia per l’undici anti-Ancona, difficile fare previsioni. Le certezze sono rappresentate da Cucchietti tra i pali, la coppia centrale difensiva composta da Tiritiello e Benassai, ed Alagna che scivolerà a destra come esterno basso. Poi si va sul campo delle supposizioni: il possibile esordio di Di Maria a sinistra con Quirini a lasciargli il posto, in mediana Franco play con due tra Visconti, Tumbarello e Mastalli come interni, tridente con una punta centrale di ruolo (Bianchimano o Romero) e sugli esterni Fabbrini e Panìco, col sacrificio di Bruzzaniti e Rizzo Pinna fruibili eventualmente a gara in corso come del resto Di Quinzio, il quale sta smaltendo un fastidio al flessore.

Mister Colavitto non avrà invece a disposizione gli squalificati Moretti e Paolucci, cosa che sommata ad uno Spagnoli il quale ha lavorato a parte per un risentimento muscolare, incanala le scelte a centrocampo ed in attacco. Nel tridente dovrebbero trovare posto Petrella, Di Massimo e Melchiorri, mentre in mediana si va verso l’utilizzo di Gatto, Prezioso e Simonetti, con Basso come alternativa. Davanti a Perucchini dovrebbero sistemarsi ancora Mezzoni e Martina ai lati con Mondonico-De Santis al centro, ma non sono da escludere sorprese, tra cui anche un nuovo ricorso al 3-4-3 con Camigliano dietro al posto di un centrocampista. A Lucca, intanto, è scattata una vera mobilitazione per riempire il “Porta Elisa”: striscioni appesi nelle strade principali invitando la cittadinanza allo stadio, volantinaggio nelle scuole con prezzi agevolati per gli studenti (1€ dai 10 ai 16 anni) e tam-tam sui social. La gara avrà inizio alle 14.30, e sarà diretta dalla signora Maria Marotta di Sapri, con la collaborazione degli assistenti Marco Croce di Nocera Inferiore ed Edoardo Federico Cleopazzo di Lecce. Quarto ufficiale: Mattia Mirri di Savona.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ancona, mese nuovo e vita nuova? Dorici a Lucca per tornare a sorridere

AnconaToday è in caricamento