rotate-mobile
Domenica, 21 Aprile 2024
Calcio

Petrella, Perucchini e tanta sofferenza: l'Ancona tutto cuore espugna Gubbio

Un guizzo dell'attaccante biancorosso e le parate del portierone decidono la sfida del "Barbetti", in cui la formazione di Colavitto ha saputo soffrire e tenere il campo con la personalità e la grinta di una grande squadra

Cuore e sacrificio, grinta e resilienza: è ancora l’Ancona, stavolta nella gelida Gubbio, ad esultare ed a fare un altro balzo importante in classifica, in quello che assumeva i contorni di scontro diretto per il quarto posto. Basta una rete di Petrella, a metà del primo tempo, a permettere ai biancorossi di intascare l’intera posta in palio al “Pietro Barbetti” di Gubbio: poi tanta sofferenza fino al triplice fischio finale, che permette di festeggiare la terza vittoria consecutiva e di mantenere immacolato il cammino in campionato in questo inizio di 2023.

Il manto erboso, in mattinata completamente coperto dalla neve, è stato diligentemente ripulito: si gioca. Ed il Gubbio, che porta sul groppone il peso di tre sconfitte consecutive e una posizione di classifica decisamente peggiorata rispetto alle settimane autunnali, fa subito sul serio con il colpo di testa di Mbakogu che non finisce tanto distante dai pali della porta di Perucchini. Ma il primo pericolo sveglia l’Ancona che azzanna a sua volta: al minuto 8 Martina galoppa ed una volta sul fondo mette al centro per Di Massimo la cui inzuccata è disinnescata da una prodezza di Di Gennaro. E’ l’antipasto della rete che arriva al 22’ e porta la firma di Petrella, il quale al limite dell’area fa partire un sinistro perfetto che si insacca sotto l’incrocio. La risposta degli umbri è nel destro di Toscano al 27’, sul quale Perucchini risponde presente, e sul colpo di testa debole di Vazquez che non crea problemi all’estremo difensore dorico.

Il copione cambia nella ripresa: i padroni di casa avanzano il proprio baricentro e iniziano a premere, facendosi subito vivi in apertura col tentativo di Mbakogu che alza troppo la mira. L’Ancona non corre però eccessivi rischi, se non quelli di rimanere in dieci visto il filotto di cartellini gialli collezionati ed estratti, ad onor del vero, a senso unico dal signor Caldera di Como. Fino ai minuti finali i portieri restano spettatori non paganti, poi il Gubbio inizia l’assalto conclusivo chiudendo i dorici nella propria area. E’ Perucchini a metterci una pezza al minuto 88 sull’inzuccata di Bonini, ultimi giri di lancette di sofferenza, poi il triplice fischio. Altri tre punti, porta inviolata da quasi 500 minuti e quarto posto: battaglia doveva essere e battaglia è stata, ma alla fine Gubbio si tinge di biancorosso. E così, anche lo 0-1 dell’andata è vendicato.

Il Tabellino:

GUBBIO-ANCONA 0-1 (0-1 p.t.)

GUBBIO: Di Gennaro, Portanova (78’ Vitale), Signorini, Bonini, Corsinelli (70’ Spina), Toscano (64’ Bulevardi), Rosaia, Morelli, Arena, Mbakogu (64’ Di Stefano), Vázquez. All. Braglia

ANCONA: Perucchini, Camigliano, Mondonico, De Santis, Mezzoni, Paolucci (87’ Brogni), Simonetti, Martina, Petrella (74’ Basso), Moretti, Di Massimo (55’ Mattioli). All. Colavitto

ARBITRO: Caldera (Como)
ASSISTENTI: Feraboli (Brescia), Bonomo (Milano)
RETE: 21’ Petrella

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Petrella, Perucchini e tanta sofferenza: l'Ancona tutto cuore espugna Gubbio

AnconaToday è in caricamento