rotate-mobile
Calcio

Gubbio-Ancona, il commento di Colavitto: «Vittoria strameritata, gruppo maturo»

Il portiere biancorosso Perucchini mette l'accento sull'importanza di questa vittoria: «Vincere in condizioni complicate, contro una squadra di grande qualità, ti dà tanto, molto più dei semplici tre punti in palio»

La dodicesima vittoria in stagione, giunta a Gubbio, fa tenere all’Ancona il passo delle migliori, ovvero Entella, Cesena (avanti di quattro lunghezze) e di una Reggiana che pare però aver spiccato il volo. Tre punti messi al sicuro al termine di una sfida complessa proprio come nelle previsioni della vigilia, esattamente come il tecnico biancorosso l’aveva etichettata nella conferenza stampa pre-match. «Il calcio non è la boxe – commenta il mister della squadra dorica – e chi la mette dentro ha sempre ragione. La nostra vittoria è strameritata: abbiamo giocato una prima frazione importante, nella quale potevamo anche raddoppiare ma non ci siamo riusciti. Invece la ripresa non è stata semplice, in settimana mi concentrerò proprio su questo aspetto. Ho anche apprezzato la prestazione dei nuovi arrivi: sia Camigliano che Basso si sono inseriti bene, ma non avevo dubbi. Chi viene ad Ancona prima di tutto deve avere qualità umane, e chi entra si deve mettere a disposizione. L’atteggiamento da parte di tutti è stato quello giusto, proprio come piace a me, ed è stato un gruppo che ha dimostrato ancora una volta maturità nel condurre in porto una sfida davvero complessa».

«Una vittoria importante – afferma in conferenza stampa Filippo Perucchini, portiere biancorosso decisivo nell’economia della sfida con i suoi interventi – in una partita che abbiamo preparato bene e delicata viste le defezioni. Però sono questi incontri che fanno capire quale sia il grado di maturità raggiunto dal gruppo: vincere in condizioni complicate, ti dà tanto, molto più dei semplici tre punti in palio. Lo abbiamo fatto contro una squadra in un momento difficile e affamata di punti, lo abbiamo fatto soffrendo tutti insieme come era già capitato in altre partite». La memoria va al minuto 89 del match di andata, in cui un errore dell’estremo difensore dorico spalancò le porte alla vittoria degli umbri, stesso minuto che nella sfida di ritorno ha visto Perucchini compiere un intervento salva-risultato. «Questo, d’altronde, è il calcio – spiega – e bisogna farci il callo, perché ci sono prodezze ed indecisioni e fanno entrambe parte del gioco. Penso che qualsiasi situazione, nel bene e nel male, debba scivolarti addosso e non deconcentrarti, il pensiero deve andare subito all’intervento successivo».

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Gubbio-Ancona, il commento di Colavitto: «Vittoria strameritata, gruppo maturo»

AnconaToday è in caricamento