Progetto Montemarciano: “Strappati i manifesti elettorali, presentata denuncia ai carabinieri”

“Un gesto antidemocratico che si commenta da solo e che tenta di oscurare ulteriormente l’informazione ai cittadini, che hanno il diritto di essere messi nelle condizioni ottimali per farsi una propria opinione”

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di AnconaToday

“La notte scorsa sono stati strappati i manifesti di Progetto Montemarciano affissi negli spazi della propaganda diretta. Non è la prima volta che accade e per questo il candidato a sindaco Bernardo Becci questa mattina presenterà una denuncia contro ignoti ai carabinieri.

Un gesto antidemocratico che si commenta da solo e che tenta di oscurare ulteriormente l’informazione ai cittadini, limitata ad oggi sia dal numero e dalla disposizione degli spazi di propaganda diretta (appena 5 per oltre 10mila abitanti e situati in punti spesso nascosti del territorio), sia da normative obsolete che non permettono un’adeguata informazione ai cittadini che, fino a prova contraria, hanno il diritto di essere messi nelle condizioni ottimali per farsi una propria opinione su programmi e candidati per poter fare la scelta migliore per eleggere i propri rappresentanti.

L’auspicio, per questi ultimi giorni prima del voto, è che chi di dovere vigili sul pacifico svolgimento della campagna elettorale e punisca chi tenta di violare le regole fondamentali della democrazia.”

Torna su
AnconaToday è in caricamento