Eventi

ViviAmo Ancona: i cittadini riscoprono le bellezze poco note della città

Il Circolo Legambiente "ll Pungitopo" ha accompagnato un colorato serpentone alla "scoperta" di Villa Colonnelli e Villa Blasi a Posatore e e infine per l'antico percorso di via Cupa fino all'ex Manicomio

Nota- Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di AnconaToday

Si è svolta ieri mattina la sesta edizione di ViviAmo Ancona, l’iniziativa targata Pungitopo che dalla primavera 2011 accompagna anconetani e non, alla riscoperta degli aspetti e dei luoghi poco conosciuti della città.

Con una compagine variabile di enti ed associazioni che di volta in volta partecipano all’evento insieme al circolo dorico di Legambiente, anche l’edizione di questo autunno 2013 ha confermato il Rotary Club Ancona 25-35 in veste di co-organizzatore e ha visto per la prima volta il patrocinio dell’Assessorato alla Partecipazione Democratica del Comune di Ancona. Ha contribuito all’organizzazione l’Associazione per i Diritti degli Anziani (ADA). Hanno dato la loro fondamentale collaborazione la famiglia Blasi e l’ASUR.
La partecipazione del pubblico è stata come sempre nutrita e la mattinata ha visto un allegro e colorato serpentone di persone, radunatesi di buon’ora in piazza Padella, snodarsi per il quartiere di Posatora, prima dentro il cortile di Villa Colonnelli (ex Saveriani), poi lungo il Fornetto fino a Villa Blasi e infine per l’antico percorso di via Cupa fino al Manicomio.

“Con ViviAmo Ancona vogliamo far conoscere posti e aspetti poco conosciuti del Capoluogo” spiegano gli organizzatori. “E l’impegno di noi volontari è ampiamente ripagato quando vediamo i partecipanti apprezzare ed entusiasmarsi nello scoprire che esistono tesori nascosti a pochi passi da loro, nella città dove hanno vissuto da sempre”.

DSCN2809-2ViviAmo Ancona è ormai divenuta una vera e propria campagna di stimolo e riscoperta non solo per i cittadini ma anche per le Istituzioni, cosa che è testimoniata anche dall’attenzione che il Comune di Ancona ha mostrato verso le scorse edizioni, riproponendo l’apertura di luoghi ed itinerari “esplorati” per la prima volta proprio nell’ambito di questa iniziativa (le visite ad Ancona Greca e Romana, il Trekking urbano all’Arco Nappi, etc.).
L’auspicio è che anche questa edizione di ViviAmo Ancona funga da propulsore per il rilancio dei luoghi visitati ieri. Villa Colonnelli è una perla storica, architettonica e paesaggistica scampata alla frana del 1982, al momento costretta ad una progressiva rovina. Del patrimonio di opere dell’illustre Sanzio Blasi andrebbero promosse la conoscenza e la fruizione, in accordo ovviamente con la famiglia. La Valle della Cupa è un prezioso ed esteso residuo di natura scampato tra i congestionati quartieri del Piano e del Pinocchio. Il Manicomio, infine, è un comprensorio dalle potenzialità molteplici da sfruttare meglio, dal momento che racchiude spazi da valorizzare, in parte già adibiti all’aggregazione, un parco dagli alberi monumentali e, di nuovo, costituisce un polmone verde al servizio di un quartiere e di una città attanagliati dal traffico.
 
Circolo Naturalistico Il Pungitopo ONLUS

Gallery

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

ViviAmo Ancona: i cittadini riscoprono le bellezze poco note della città

AnconaToday è in caricamento