“Innovating Innovation”: Univpm e Loccioni per la cooperazione d’impresa

La conferenza intende raccogliere i principali attori capaci di contribuire al rilancio della competitività del nostro sistema produttivo, facendo dell’innovazione il fattore qualificante e creare uno spazio di scambio e condivisione

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di AnconaToday

Mercoledì 9 ottobre 2013 si terrà al Rettorato dell’Università Politecnica delle Marche la “Stakeholder Conference on Innovating Innovation” promossa da Università Politecnica delle Marche, dalla Regione Marche Assessorato alle attività produttive, ricerca scientifica e tecnologia, Gruppo Loccioni e Bivee.
Bivee è un progetto di ricerca Europeo che ha l’obiettivo di sviluppare una piattaforma service-oriented per la gestione del processo di innovazione e di cooperazione tra piccole e medie imprese.
La conferenza intende raccogliere i principali attori capaci di contribuire al rilancio della competitività del nostro sistema produttivo, facendo dell’innovazione il fattore qualificante e creare uno spazio di scambio e condivisione sulle esperienze positive di innovazione, da ripetere, senza trascurare gli elementi frenanti, per rimuoverli o ridurne l’impatto.
La testimonianza del progetto Bivee fornirà un punto di vista nuovo sull’uso di metodiche di ultima generazione e di sistemi d’impresa orientati alla promozione e gestione dell’innovazione.

La conferenza sarà organizzata in due parti: la mattina Università, Regione e Associazioni di categoria affronteranno il tema dell’innovazione attraverso il racconto delle loro iniziative e strumenti, mentre il pomeriggio una sessione tecnica metterà insieme le imprese per raccogliere feedback sui ruoli della conoscenza, dell’informazione e sugli strumenti, le iniziative e le esigenze di gestione dell’innovazione.

In quest’ottica di condivisione delle conoscenza e delle esperienze, tutti i soggetti potenzialmente coinvolti nel processo di innovazione si incontrano per definire le linee guida e gli strumenti capaci di portare a conclusione con successo ogni progetto di innovazione.

In un mercato globalizzato non è più possibile innovare con approcci e metodi usati in passato. E’ necessario ripensare radicalmente i metodi, gli strumenti, i modelli organizzativi orientati a promuovere e realizzare nuove forme di innovazione (aperta, collaborativa, sostenibile, efficace).
Modelli organizzativi ed infrastrutture d’impresa (inclusi i sistemi ICT) debbono essere ripensati nell’ottica del miglioramento e dell’innovazione continui. In questa nuova fase, l’innovazione deve essere al centro delle agende delle realtà industriali, istituzionali, accademiche.

Innovazione è un concetto multidisciplinare che può essere affrontato efficacemente solo con creatività, flessibilità e conoscenze di alta qualità, collaborando con diversi gruppi di esperti. Un capitale del genere è difficile da realizzare all’interno di una singola impresa, necessitando anzi di efficaci strumenti di knowledge management destinati ad un intero ecosistema di aziende, fornitori, clienti, centri di ricerca, università, istituzioni, partner.
Il progetto europeo Bivee  porta la sua visione organizzativa proprio nello sviluppo di una piattaforma (o “impresa virtuale”, composta da piccole e medie imprese) volta a sostenere l'innovazione attraverso la gestione del flusso continuo di conoscenza che lo attraversa.

    

Torna su
AnconaToday è in caricamento