rotate-mobile
Lunedì, 6 Dicembre 2021
Cronaca

Vaccini e fasce di età, la “tabella” delle Marche: «Immunità di gregge in 3 mesi» 

Si punta a vaccinare 900 mila persone entro luglio. Dopo le recenti valutazione su AstraZeneca, l'assessore regionale alla sanità Filippo Saltamartini spiega quali preparati verranno somministrati a ogni categoria

«Per luglio puntiamo a vaccinare almeno 900mila persone e raggiungere l’immunità di gregge in tre mesi, ma il consiglio di somministrare AstraZeneca agli over 60 sta creando problemi nella programmazione». Filippo Saltamartini, assessore regionale alla sanità, fa il punto sulla campagna vaccinale nelle Marche alla luce delle ultime valutazioni sul preprato AstraZeneca e alla conferenza Stato-Regioni di ieri: «Abbiamo in riserva numerosi dosi di Pfizer e siamo in grado di proseguire, ieri abbiamo stabilito il record di 9mila vaccinazioni e ci avviciniamo alle 12mila al giorno che ci servono per raggiungere l’immunità di gregge. Ora il problema è verificare se dobbiamo completare la vaccinazione dei servizi pubblici e quindi scuola, pubblica sicurezza e soccorso, perché quei vaccini sarebbero sottratti agli over 80 e alle categorie fragili. Siccome abbiamo come priorità quella di vaccinare prima le persone fragili questo ci creerà un problema» ha spiegato Saltamartini. 

La visita del generale Figliuolo ad Ancona | VIDEO 

La “tabella”

Con la prossima apertura degli slot di prenotazione per la fascia tra 60-70 anni, il piano dovrebbe essere comunque già definito: «Tra i 60 e i 80 anni con AstraZeneca, categorie fragili e over 80 con Pfizer e Moderna- prosegue l’assessore- quando arriverà Johnson & Johnson verrà riservato alle vaccinazioni domiciliari». In questo momento c’è una prevalenza di Pfizer nei magazzini regionali: «Abbiamo 130mila dosi, il problema non c’è. Nei giorni scorsi ci sono state interruzioni nelle vaccinazioni perché molte persone mettono in discussione AstraZeneca, e in sede di anamnesi si aprono veri e propri tavoli di contrattazione. Voglio però aggiungere che in altri paesi è stato somministrato a moltissime persone e quindi è considerato ancora un vaccino sicuro». 

Figliuolo ad Ancona: «Marche un esempio, chiudere aprile con 15mila dosi al giorno»

Nuovo centro vaccinale di Ancona, scelto il Palarossini

La direttrice dell'Asur: «Contagi in calo ma lentamente, colpa di variante inglese e popolazione poco attenta» | VIDEO 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Vaccini e fasce di età, la “tabella” delle Marche: «Immunità di gregge in 3 mesi» 

AnconaToday è in caricamento