Il contagio frena, ma lentamente: «Variante inglese e popolazione poco attenta» | VIDEO 

Nadia Storti, direttrice generale Asur, fa il punto sull’andamento dei contagi. Piccola strigliata alla cittadinanza, ma anche speranza: «La riduzione dell’incidenza ha dato respiro alle strutture ospedaliere, abbiamo viaggiato per dei mesi con 150 pazienti che avevano bisogno di un letto, ora siamo sotto ai 50»

Nadia Storti, direttrice generale Asur, fa il punto sull’andamento dei contagi. Piccola strigliata alla cittadinanza, ma anche speranza: «La riduzione dell’incidenza ci ha dato respiro nelle strutture ospedaliere, la deenza media è molto lunga e dimettiamo di meno. Abbiamo però viaggiato per dei mesi con 150 pazienti che avevano bisogno di un letto, in questi giorni siamo sotto ai 50 e un risultato lo stiamo vedendo. L’aumento della copertura immunitaria per chi è stato a contatto con il virus e l’aumento dei vaccinati ci permetterà di far circolare di meno la malattia». E sulle vaccinazioni: «Non accalcatevi fuori dai centri vaccinali, è brutto dover mandare via perché non si ha il vaccino. Chiamaiamo noi se c'è possibilità di anticipare la somministrazione». 

Si parla di
Sullo stesso argomento

Video popolari

Il contagio frena, ma lentamente: «Variante inglese e popolazione poco attenta» | VIDEO 

AnconaToday è in caricamento