menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Figliuolo ad Ancona: «Marche un esempio, chiudere aprile con 15mila dosi al giorno»

Il commissario straordinario per l'emergenza Covid in visita al punto vaccinale della Baraccola con il capo della Protezione Civile

E’ arrivato con diversi minuti d’anticipo, insieme al capo della Protezione Civile Fabrizio Curcio. Il generale Francesco Paolo Figliuolo, commissario straordinario per l’emergenza Covid, ha effettuato un sopralluogo al centro vaccinale allestito al centro sportivo “Paolinelli”, accompagnato anche dal Governatore Francesco Acquaroli, dall’assessore regionale alla Sanità Filippo Saltamartini, dal sindaco di Ancona Valeria Mancinelli e dall’assessore comunale alla Protezione Civile e sicurezza Stefano Foresi. A tenere banco è la raccomandazione del Governo di somministrare AstraZeneca solo agli over 60: «L’EMA ha detto che è sicuro come gli altri. L’AIFA e i nostri scienziati hanno dato questa raccomandazione senza cambiamenti per la seconda dose- ha spiegato Figliuolo- significa che chi ha fatto la prima vaccinazione può fare anche la seconda».

Poi il focus su Ancona e le Marche: «Questo punto vaccinale è un esempio perché è fatto in modo semplice ed efficace. A livello numerico di somministrazioni ci siamo quasi, perché dobbiamo arrivare entro le 15mila dosi (quotidiane, ndr) a fine mese in questa regione- ha detto Figliuolo- le Marche fanno già un grande sforzo per gli over 80 e le persone fragili. Per gli over 80 siamo a 100mila dosi somministrate su 136 mila, quindi circa il 73% su una media nazionale che si attesta al 62%. Il dato è buono ed esorto tutte le regioni ad andare avanti con queste categorie, che soffrono le maggiori conseguenze di questa infida e terribile pandemia». Dopo aver ringraziato Aeronautica e Marina per l’impegno nelle RSA, Figliuolo ha anche ribadito l’obiettivo nazionale delle 500mila vaccinazioni entro aprile: «Quello che ho visto nelle Marche mi dice che ce la possiamo fare- ha concluso il generale- con l’afflusso dei vaccini dal 15 in poi possiamo riuscirci. Ad aprile avremo 450mila dosi di Johnson e Johnson che, con una dose unica, offriranno un vantaggio a livello logistico. Prima vacciniamo le categorie produttive, prima facciamo ripartire la nostra Italia».

La visita del generale Figliuolo ad Ancona | VIDEO

Il Capo della Protezione Civile, Fabrizio Curcio: «Siamo una squadra, basta entrare in questo punto vaccinale per capire che c’è unità di spirito per arrivare insieme all’intento». L’incontro è poi proseguito con i vertici della Regione a Palazzo Raffaello, dove si parlerà anche di vaccinazioni nelle farmacie marchigiane. «Al Governo e alla Regione - hha detto il sindaco Valeria Mancinelli - chiediamo ciò che è di loro competenza: le quantità necessarie di vaccini, criteri seri e rigorosi per la somministrazione degli stessi, una adeguata organizzazione del personale sanitario, cioè tutto quello che è indispensabile perché l'accelerazione del piano vaccinale ci sia sul serio».

Nuovo hub vaccinale al Palarossini

Quale vaccino per ogni categoria? La tabella della Regione

La direttrice dell'Asur: «Contagi in calo ma lentamente, colpa di variante inglese e popolazione poco attenta» | VIDEO 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

AnconaToday è in caricamento