rotate-mobile
Giovedì, 30 Maggio 2024
Calcio

L'Ancona tra entusiasmo e fiducia: al "Recchioni" contro la Fermana a caccia del "pieno"

I biancorossi, che hanno consolidato la quarta piazza in classifica, vogliono confermare il trend positivo stagionale nei derby in un campo che ha visto i dorici imporsi una sola volta

Dopo il successo contro la Reggiana, che ha arrestato la marcia della capolista, diventa legittimo provare a cavalcare l’onda dell’euforia. Motivata da una classifica che vede l’Ancona prendere margine sul Gubbio quinto (staccato di cinque lunghezze) e contestualmente rosicchiare punti a chi la precede in classifica. Ma la gara che attende i biancorossi è, indubbiamente, molto più complessa di quella contro gli emiliani: perché storicamente Fermo e la Fermana non hanno mai dispensato troppe gioie (a parte quella del Maggio 2011, con la vittoria del campionato di Eccellenza proprio sul prato dell’impianto di Viale Trento ed il Far West seguente al triplice fischio) e perché davanti agli uomini di Colavitto si troverà una formazione in salute. Prendendo in esame il cammino nelle ultime dieci uscite, i “canarini” hanno infatti tenuto una media di 1,5 punti a match: inferiore se comparata a quella tenuta dai biancorossi – che hanno inanellato sette vittorie e due pareggi con l’unica battuta d’arresto subita a Rimini – ma comunque indicativa del buon momento che i gialloblù stanno vivendo.

Quella dei dorici al “Recchioni” è quindi anche l’occasione di invertire un trend non propriamente favorevole in terra fermana, che ha visto l’Ancona prevalere in una sola occasione, nel match prenatalizio del torneo 2013-2014 vinto 3-2. Poi, cinque pareggi e sei vittorie dei padroni di casa, l’ultima delle quali undici mesi fa griffata da Pannitteri. Ed anche la cornice di pubblico sarà quella delle grandi occasioni, sebbene siano soltanto 500 i tagliandi messi a disposizione dei tifosi anconetani in una Curva Est dalla capienza decisamente maggiore. La decisione, confermata dal Gruppo Operativo per la Sicurezza, è legata anche alle criticità emerse in occasione degli ultimi confronti tra le due formazioni, con problemi di ordine pubblico che pertanto hanno suggerito di limitare la vendita di tagliandi – “bruciati” nel giro di pochissime ore – ai supporters provenienti dal capoluogo.

Il tecnico della formazione gialloblù Stefano Protti non avrà a disposizione Tulissi (ancora ai box dopo l’infortunio patito nel corso della sfida contro il Montevarchi) e Federico Romeo, appiedato dal giudice sportivo. Rientrerà invece dopo la squalifica, febbre permettendo, il capitano Giandonato, sebbene l'influenza obblighi Scorsa a restare in preallarme. Da verificare le condizioni di Macchioni, Nannelli e De Pascalis, che da inizio anno hanno collezionato minutaggio ridottissimo per via di reiterati problemi fisici, mentre in avanti saranno Maggio e Neglia a supportare Fischnaller. Mister Colavitto ritroverà invece Mondonico e Mezzoni, assenti nel 2-1 della scorsa giornata alla Reggiana. Il secondo riprenderà posto sul versante destro, il primo duellerà con Camigliano per una maglia da titolare al centro del pacchetto arretrato al fianco di De Santis. Ballottaggio anche a centrocampo – tra Prezioso e Paolucci – mentre il tridente offensivo contemplerà ancora Petrella, Melchiorri e Moretti con Spagnoli e Di Massimo pronti a dare man forte in corso d’opera. Al “Recchioni” di Fermo sarà Gianluca Grasso di Ariano Irpino a dare il via alla sfida, in programma domenica 12 alle 14,30. Il fischietto campano sarà assistito da Simone Piazzini di Prato e Davide Corti di Seregno. Quarto ufficiale: Andrea Traini di San Benedetto del Tronto.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

L'Ancona tra entusiasmo e fiducia: al "Recchioni" contro la Fermana a caccia del "pieno"

AnconaToday è in caricamento