Martedì, 16 Luglio 2024
Calcio

La Castelfrettese rilancia a centrocampo: Arsendi, Rango e Bartolini

I "Frogs" ufficializzano l'ingaggio del ventenne ex Marzocca, e confermano nel reparto nevralgico due delle pedine presenti già da più stagioni nell'organico biancorosso

Il mercato della Castelfrettese prosegue senza soluzione di continuità. La dirigenza biancorossa arricchisce il centrocampo con un fuoriquota di qualità che può essere considerato a tutti gli effetti un over per l’esperienza maturata. Dalla Vigor Senigallia arriva con la formula del prestito Filippo Arsendi (classe 2003), reduce dalla stagione trascorsa all’Olimpia Marzocca in Promozione, dove ha giocato con continuità. Il volto nuovo dei Frogs è cresciuto nel florido vivaio senigalliese mettendosi in evidenza, tanto da meritarsi nel 2019 la convocazione con la Rappresentativa Nazionale Under 16 della Lnd per disputare il prestigioso Torneo Scirea. Nella stagione successiva si è guadagnato l’inserimento in prima squadra, allora militante in Eccellenza, dove ha collezionato diverse presenze rimanendo fino a dicembre 2021, quando venne girato all’Atletico Mondolfo Marotta in Promozione. Centrocampista di notevole struttura fisica e dotato di buona tecnica, Arsendi può agire da regista o da interno e vanta un destro incisivo sui calci piazzati.

A dare man forte in mediana alla “new-entry” Arsendi, ci sarà ancora Riccardo Rango (classe 1997), faro della zona nevralgica che si appresta a iniziare la terza stagione consecutiva con la Castelfrettese, dove è diventato giocatore di riferimento. Arrivato nel 2020 dal Palombina Vecchia, il centrocampista ha dovuto attendere un anno per debuttare in biancorosso a causa dell’annullamento del campionato per la pandemia. Nel 2021/22 è salito alla ribalta nella squadra allenata da Togni, in grado di centrare i playoff, e nel 2022/23 è risultato uno dei protagonisti delle vittorie di campionato e Titolo Regionale di Prima Categoria con Bugari in panchina. Nonostante qualche contrattempo fisico ne abbia limitato l’impiego, Rango ha fornito un apporto determinante alla scalata. Elemento completo, in grado di agire da regista, da mezzala o da trequartista, continuerà a dipingere calcio in Promozione.

Inseguirà nuove vittorie con la maglia biancorossa anche Leonardo Bartolini, divenuto un emblema della Castelfrettese, di cui potrebbe essere un probabile capitano del futuro. Cresciuto nelle giovanili del Fano e completato il percorso di crescita con la Jesina, il centrocampista classe 2000 ha rappresentato un perno della mediana, garantendo standard di prestazioni sempre elevate, sia per mister Togni per due campionati sia per il tecnico Bugari nella recente trionfale stagione in Prima Categoria. Sinistro di piede, in grado di assicurare un apporto importante tanto da interno di centrocampo quanto da esterno sinistro, Bartolini ha nel dinamismo, nella capacità di recuperare palloni e negli inserimenti a supporto della manovra offensiva le doti migliori. La giovane età gli assicura ulteriori margini di crescita e la Castelfrettese lo ha blindato, riscattandolo a titolo definitivo dalla Jesina, per assicurare peso e sostanza alla zona nevralgica del trainer Fenucci.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

La Castelfrettese rilancia a centrocampo: Arsendi, Rango e Bartolini
AnconaToday è in caricamento