rotate-mobile
Mercoledì, 28 Febbraio 2024
Calcio

L’Ancona sbatte sul...marmo: a Carrara i biancorossi (e Spagnoli) vanno k.o.

Si interrompe in Toscana la serie di risultati utili consecutivi dei dorici, piegati da due gol nella ripresa. Dita incrociate per le condizioni del bomber, uscito ad un quarto d'ora dalla fine, che verrà valutato a brevissimo

Si ferma l’Ancona, che allo Stadio Dei Marmi subisce la sconfitta che blocca a cinque la striscia di risultati utili consecutivi, e si ferma il suo bomber Spagnoli, sostituito per infortunio nell’ultimo segmento di gara (già domani sarà possibile fare una valutazione sull’entità del problema). A sorridere è la Carrarese, al quarto clean sheet nelle ultime cinque uscite casalinghe – in cui ha messo in cascina tredici punti – che riesce anche ad imbavagliare i dorici i quali da inizio ottobre (contro il Rimini in Coppa ed in trasferta a Reggio Emilia) erano sempre riusciti a muovere il pallottoliere. Al di là di un inizio in confusione, la formazione di Colavitto ha saputo riprendersi, sfiorando la rete ma peccando in lucidità nei sedici metri finali: una mancanza di concretezza pagata a caro prezzo nella seconda metà di gara, in cui i toscani hanno dapprima sbloccato il punteggio, per poi chiudere i conti dopo un quarto d’ora con la rete del definitivo 2-0.

La gara comincia con i biancorossi a sudare subito freddo sul cross di Cicconi, corretto di testa da Giannetti (sospiro di sollievo alla vista del pallone che si stampa in pieno sulla traversa), e Perucchini a sporcarsi i guantoni al 5’ sulla conclusione di un defilato D’Auria ben disinnescata dal portiere dorico. La sfuriata dei toscani si placa dopo il tentativo di Cicconi che al 20’ alza troppo la mira. L’Ancona prende coraggio, ed a cavallo di metà tempo spaventa la Carrarese: prima D’Eramo da fuori area calcia verso il palo sinistro trovando Satalino pronto alla deviazione, poi al 27’ il conto-legni viene pareggiato con la deviazione della difesa locale su un calcio da fermo e la sfera che si stampa sulla traversa, quindi un episodio il quale genera perplessità, con l’inzuccata di De Santis vanificata dal miracolo di Satalino, ed il dubbio che il pallone sia completamente entrato che rimane.

Ad inizio ripresa Dal Canto ridisegna la sua squadra, pescando dalla panchina ed inserendo forze fresche che, alla resa dei conti, si riveleranno determinanti. Comincia meglio l’Ancona, con maggiore piglio rispetto ai primi 45’, ma al primo affondo deciso del secondo tempo i toscani passano a condurre: al 58’ imbucata di Capello per Energe che si presenta davanti a Perucchini e lo scavalca deponendo la sfera nel sacco per l’1-0. L’Ancona incassa il colpo, si fa vedere con una punizione di D’Eramo che sfiora il montante, ma poco prima della mezz’ora subisce la rete che fa partire i titoli di coda: altra fuga di Cicconi, scarico a pelo d’erba per Pelagatti la cui conclusione mancina non lascia scampo a Perucchini (tra le proteste per l’azione proseguita con un giocatore dorico a terra). Poco da segnalare nel quarto d’ora finale, che fa registrare l’acquazzone sul bagnato costituito dall’uscita di scena per infortunio di Spagnoli a 15’ dal triplice fischio. Ora pochi giorni per pianificare il riscatto con l’Alessandria, attendendo buone notizie dall’infermeria.

Il Tabellino:

CARRARESE – ANCONA 2-0 (0-0 p.t.)

CARRARESE: Satalino, Pelagatti, Marino, Imperiale, Grassini, Della Latta, Mercati, Cicconi, Coccia (55’ Bozhanaj), D’Auria (48’ Energe), Giannetti (55’ Capello). All. Dal Canto

ANCONA: Perucchini, Mezzoni, De Santis, Bianconi (80’Gatto), Brogni (67’Martina), Simonetti, Prezioso (67’ Mondonico), D’Eramo, Lombardi (67’ Di Massimo), Spagnoli (75’ Mattioli), Moretti. All. Colavitto

ARBITRO: Arena (Torre del Greco)
ASSISTENTI: Emanuele De Angelis (Roma 2), Massimiliano Bonomo (Milano)
RETI: 58’ Energe, 72’ Pelagatti

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

L’Ancona sbatte sul...marmo: a Carrara i biancorossi (e Spagnoli) vanno k.o.

AnconaToday è in caricamento