Riviera devastata e stabilimento in ginocchio: la spiaggia che non esiste più

Danni a stabilimenti ed auto in sosta. Il maltempo ha letteralmente flagellato l'intera area. Le immagini della devastazione sono impressionanti

La spiaggia devastata

NUMANA - Immagini di devastazione che fanno rabbrividire e misurano la forza bruta della tromba d'aria che si è abbattuta oggi pomeriggio in tutta la riviera. Un'ora di raffiche di vento ad oltre 100km/h e pioggia incessante hanno distrutto stabilimento balneari e divelto alberi, caduti poi tra le auto in sosta. Sono bastati pochi minuti per cancellare quel paradiso e trasformarlo in un inferno. 

La conta dei danni è ancora parziale, ma alcuni stabilimenti rischiano già di aver concluso la loro stagione balneare. Un vero e proprio scenario apocalittico, con allagamenti, locali distrutti e vetrate rotte. Nel parcheggio che costeggia la strada alcune auto sono state danneggiate dagli alberi caduti ed è stato un miracolo che nessuno sia rimasto ferito. La bomba d'acqua ha portato devastazione anche Sirolo e soprattutto Marcelli, con il tetto del Palasport che è volato via lasciando solamente lo scheletro della struttura. 

ANCONA SOMMERSA, ALLAGATI NEGOZI ED ABITAZIONI
VALLESINA FLAGELLATA, DANNI IN TUTTA LA ZONA
LA BOMBA D'ACQUA SI AVVICINA - IL TIMELAPSE
DANNI IN TUTTA LA PROVINCIA DI ANCONA - VIDEO
CAOS MALTEMPO: DANNI IN TUTTA LA PROVINCIA

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Non lo vedono giorni, i vicini danno l'allarme ma è troppo tardi: uomo morto in casa

  • Parrucchieri ed estetiste fuori dal tuo Comune? Arriva lo stop dalla Prefettura

  • Nuova ordinanza, ancora sacrificio per i commercianti: vietato mangiare all'aperto

  • Lutto in Comune, morta a 45 anni la dipendente Patrizia Filippetti

  • Pauroso incidente a Sappanico, dell'auto rimane solo la carcassa

  • «Democrazia sospesa dai Dpcm, ora querele contro chi li applica: polizia e sindaci»

Torna su
AnconaToday è in caricamento