Caldo: è allarme siccità, l'acqua di Gorgovivo è diminuita del 30%

Gramillano ha ricevuto una lettera della Multiservizi che esprime preoccupazione per le risorse idriche: urge un intervento

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di AnconaToday

Il Sindaco Fiorello Gramillano ha ricevuto una lettera dalla società Multiservizi nella quale questa espone preoccupazione riguardo alla disponibilità della risorsa idrica  nei mesi di luglio e agosto. Data la ridotta portata delle sorgenti principali, secondo il direttore Patrizio Ciotti, sarà impossibile garantire un’alimentazione costante nei prossimi mesi.

Il sistema di approvvigionamento garantito dalle sorgenti Gorgovivo è attualmente al di sotto del 30% del livello medio del periodo, per cui si è vicini allo stato di emergenza.  La neve del febbraio scorso e le successive piogge hanno dato respiro all’agricoltura ma non sono state sufficienti a rimpinguare la falda delle sorgenti  penalizzate dalla totale mancanza di precipitazioni nell’autunno 2011.

Condividendo tale preoccupazione il sindaco Gramillano invita i cittadini a :

-ridurre le annaffiature di giardini e campi da calcio e di attivare i sistemi automatici soltanto la sera;

-chiudere fontane e punti di erogazione non strettamente indispensabili  e a

-controllare che sugli impianti interni di scuole, asili e altri edifici pubblici non siano in atto perdite d’acqua.

Intanto però continua a mancare un nucleo di volontari della Protezione Civile ad Ancona, che è l'unico Comune della provincia ad esserne sprovvisto.

Torna su
AnconaToday è in caricamento