rotate-mobile
Lunedì, 20 Maggio 2024
Calcio

Fermo si conferma tabù: l'Ancona inchioda al "Recchioni"

Si interrompe la serie positiva dei biancorossi, che vanno al riposo indietro 2-1 e nella ripresa non riescono a raddrizzare il punteggio, nonostante la superiorità numerica maturata ad inizio tempo

Il confronto diretto numero 13 a Fermo non porta fortuna all’Ancona, che viene sconfitta per la settima volta dai canarini e dopo otto risultati utili consecutivi in campionato esce dal campo a mani vuote. Non basta Melchiorri, a segno per la quinta volta in quattro gare grazie al terzo penalty trasformato e non basta nemmeno la trazione anteriore scelta da Colavitto nella seconda metà di gara per sfondare il bunker gialloblù. Nemmeno l’uomo in più per tutto il secondo segmento di gara agevola i biancorossi nel raddrizzare una sfida partita subito male, rimessa in equilibrio e quindi tornata ad essere di nuovo “a inseguimento”, complici disattenzione ed anche una massima punizione generosamente concessa ai padroni di casa sull’1-1. Ma i “mea culpa" sono soprattutto legati alla mancanza di lucidità e cattiveria in un secondo tempo che avrebbe dovuto essere di ben altro tenore, contrassegnato da una sterilità offensiva buona per spianare la strada ad una Fermana impegnata solo a contenere, senza mai superare di fatto la metà campo ma mai apparsa veramente in apnea nella fase difensiva nonostante l’inferiorità numerica.

L’Ancona approccia in maniera decisa alla sfida, al punto che dopo appena 40 secondi i taccuini si aprono sulla conclusione provata da Simonetti, preludio ad altri due tentativi, però velleitari, della formazione dorica. Eppure, è la Fermana a muovere per prima il pallottoliere, al sesto minuto: conclusione di Scorza, respinta di Perucchini e Neglia viene lasciato colpevolmente solo (forse in posizione di off-side) ed indisturbato nel ribattere a rete la sfera dell’1-0. Cinque minuti di attesa, e l’Ancona pareggia i conti: la conclusione di Petrella viene intercettata con un braccio da Pellizzari, e biancorossi con la chance dell’1-1 sul piede di Melchiorri, il quale dagli undici metri spiazza Borghetto e ristabilisce l’equilibrio. Il gol galvanizza la squadra di Colavitto, che al 20’ va al tiro con Petrella che alza troppo la mira, e tra il 25’ ed il 26’ la retroguardia canarina neutralizza le sortite offensive di Moretti e Melchiorri. Le formazioni rifiatano, ma poco prima del duplice fischio il punteggio cambia nuovamente: Maggio sguscia via a Mezzoni che lo spinge in area, per il fischietto del match è ancora rigore, stavolta dalla parte opposta. Dagli undici metri Fischnaller è glaciale e la Fermana torna avanti prima del riposo.

Al rientro dagli spogliatoi dopo l’intervallo altro colpo di scena: intervento irruento di Giandonato su Petrella e per il capitano della formazione di Protti, già ammonito nei primi 45’, il giallo diventa rosso e i padroni di casa restano in dieci. L’Ancona forte della superiorità numerica preme alla ricerca del pari, ci va vicino al 58’ Melchiorri dopo la sgroppata di Mezzoni ma il “Cigno” spedisce il pallone oltre la traversa da posizione interessante. La Fermana, arroccata dietro, chiude tutti gli spazi ed i biancorossi faticano enormemente ad essere incisivi, lasciando all’estremo difensore dei locali Borghetto semplicemente l’ordinaria amministrazione da sbrigare. Il tecnico della squadra anconetana mette in campo anche l’artiglieria pesante – chiuderà con un 4-2-4 – con l’intento di dare più efficacia alla manovra offensiva, ma alla resa dei conti l’Ancona si renderà pericolosa solo con due inzuccate di Spagnoli (gettato nella mischia per Petrella). I gialloblù resistono difendendo con ordine il 2-1 ottenuto dopo i primi 45’ intascando i tre punti, e lasciando ai biancorossi la sensazione di un k.o. che poteva essere evitato.

Il Tabellino:

FERMANA-ANCONA 2-1 (2-1 p.t.)

FERMANA: Borghetto, Gkertsos, Parodi, Pellizzari, Carosso (67’ De Nuzzo), Scorza (84’ Eleuteri), Giandonato, Misuraca, Neglia (55’ Spedialieri), Fischnaller (84’ Busatto), Maggio (67’ Pinzi). All. Protti

ANCONA: Perucchini, Mezzoni, Mondonico, De Santis (74’ Camigliano), Martina, Gatto (52’ Paolucci), Simonetti, Prezioso (74’ Mattioli), Melchiorri, Moretti (84’ Pecci), Petrella (52’ Spagnoli). All. Colavitto

ARBITRO: Grasso (Ariano Irpino)
ASSISTENTI: Piazzini (Prato), Corti (Seregno)
RETI: 7’ Neglia, 12’ Melchiorri su rig., 39’ Fischnaller su rig.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Fermo si conferma tabù: l'Ancona inchioda al "Recchioni"

AnconaToday è in caricamento