Sversamenti a mare, un altro colpo di scena

Quelli che in molti hanno definito come possibile voto di scambio per il ballottaggio delle comunali del 2018, ad oggi non ha portato a nulla . Parliamo della Commissione Speciale Risanamento del territorio

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di AnconaToday

A tornare sull’argomento è il promotore dell’incontro con la M.U.D.S. avvenuto venerdi 11 settembre in piazza Mazzini, fortemente voluto dal consigliere comunale di Falconara Baldassini Marco ; un incontro tecnico , apartitico e aperto alla cittadinanza con possibilità di fare domande ai tecnici e avere risposte; il tutto per spiegare ed illustrare il funzionamento del sistema di depurazione biologica ai cittadini ma nello stesso tempo anche agli amministratori di Ancona e Falconara nonché al gestore della rete idrica e fognaria dei due comuni che hanno però disertato l’incontro .

Quale è il colpo di scena ? Quello che dichiarò il sindaco Stefania Signorini, anche sui social, in data 18 giugno 2018 , periodo elettorale prima del ballottaggio del 25 giugno in merito alla richiesta di istituire la Commissione Speciale Risanamento del Territorio di cui si riporta un passaggio : “L'istituzione di una Commissione Comunale Speciale dedicata ai temi dell'ambiente, della salute, della sicurezza, della bonifica e della riconversione della Raffineria Api è una richiesta formulata che abbiamo valutato positivamente perché va nella direzione, che ho auspicato fin dalla presentazione della mia candidatura, di una maggior attenzione ai temi ambientali. Intanto si parte dal presupposto che queste tematiche non devono essere strumentalizzate ma costituire patrimonio comune sul quale basare dialogo e responsabile unità d'intenti. Ora visto che i presidenti di commissione II (ambiente) e IV (lavori pubblici) non sembrano ancora aver preso in considerazione la richiesta di convocare le relative commissioni congiunte depositata in data 18 giugno 2020, e più volte sollecitata, per poter farci una idea ,come amministratori comunali che debbono prendere decisioni per il bene della città, di come funziona il sistema di depurazione biologica M.U.D.S. e capire insieme al gestore , il quale si è reso disponibile a confrontarsi con i tecnici , se sia possibile adottare il tutto per trattare gli sversamenti a mare a seguito delle piogge. La richiesta è più che legittima visto che da progetto ancora preliminare delle vasche in centro città , sono comunque previste almeno 3 tubazioni sottomarine nel territorio di Falconara per portare a distanza dalla costa gli sversamenti in eccesso . 

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
AnconaToday è in caricamento