Venerdì, 18 Giugno 2021
Un momento dell'incontro
Elezioni Comunali 2013

La Rete dei Comitati Civici incontra i candidati sindaci: si parte con D’Angelo

Sono iniziati gli incontri della Rete dei Comitati Civici di Ancona con i candidati Sindaci che ne hanno o ne faranno richiesta. Il 4 aprile si è svolto l'incontro con Italo D'Angelo

Nota- Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di AnconaToday

Sono iniziati gli incontri della Rete dei Comitati Civici di Ancona con i candidati Sindaci che ne hanno o ne faranno richiesta. Il 4 aprile, su richiesta della Lista civica “La tua Ancona”, si è svolto l’incontro con il candidato Sindaco Italo D’Angelo, nel quale sono state illustrate le sue idee per la città, le linee programmatiche e le azioni da intraprendere per superare il degrado della città. Da parte della Rete sono state illustrate le criticità evidenziate dai cittadini attraverso il sistema di raccolta delle segnalazioni. L’incontro si è svolto in un clima di reciproco interesse e cordialità.

La Rete dei Comitati Civici incontrerà ogni candidato Sindaco che ne farà richiesta e a breve presenterà una lettera aperta alla città e ai candidati Sindaci sulla propria idea per Ancona. La lettera aperta, che conterrà le criticità rilevate tra i cittadini, sarà presentata contestualmente alla scheda di segnalazione delle criticità/proposte disponibile nei punti della Rete, strumento utilizzato dai cittadini per essere coinvolti nelle decisioni che li riguarda. La scheda si può scaricare anche dal sito web all’indirizzo www.retecomitaticivici.wordpress.com e consegnare ai punti della Rete.

La Rete dei Comitati Civici di Ancona è preoccupata per il caos viabilità a seguito della chiusura della galleria del Risorgimento e giudica negativamente il pressapochismo con il quale Conerobus ha tagliato le corse dei bus proprio in un momento in cui andavano invece potenziati percontenere l’afflusso di auto in centro città. Inoltre non si comprende come le indicazioni del Commissario Corona: “se i cittadini si lamentano del traffico usino i bus” possano essere accolte a fronte del taglio del 25% delle corse delle linee 2, 3, 46, cioè linee principali per il centro. E preoccupa il silenzio e l’indifferenza generale dei politici, partiti e liste civiche su questa vera e propria spoliazione del trasporto pubblico, che rende la città più caotica, trafficata e inquinata.

L’INCONTRO CON “LA TUA ANCONA”. “Abbiamo due cose in comune noi della Lista civica “La Tua Ancona” e voi delle Rete dei Comitati civici: vogliamo entrambi dare voce ai cittadini, dopo aver ascoltato le loro esigenze, per cercare una soluzione ai problemi che li affliggono quotidianamente. Come pure condividiamo quasi tutte le tematiche che voi e noi stiamo portando avanti. E poiché il vostro motto è “Partecipate”, che è anche quello della nostra lista aperta a tutti, vi invito a presentare almeno un candidato consigliere con noi”.

Con queste parole il candidato sindaco Italo D’Angelo ha concluso l’utile confronto con alcuni consiglieri del Direttivo della Rete dei Comitati Civici di Ancona. Per “La Tua Ancona”  era presente anche Carla Lancianese, vicepresidente e candidata al consiglio comunale, mentre per la Rete erano presenti i portavoce Daniele Ballanti del Comitato delle Grazie, Francesco Mastromatteo del Comitato di via Giordano Bruno, corso Carlo Alberto e Gino Sacchi del Comitato di piazza Rosselli oltre ai consiglieri del Direttivo Andrea Governatori e Daniela Urbani, Marco Polenti e Andrea Gaggiotti.
Carla Lancianese, sociologa, ha aperto l’incontro incentrando il suo intervento sul recupero dell’identità cittadina. “Ancona è sotto gli occhi di tutti: una città deturpata, imbruttita da strade sconnesse e piene di buche, sporcizia, scritte e scheletri di incompiute. Ma c’è bisogno di recuperare soprattutto l’orgoglio e l’identità cittadina, il senso di appartenenza per rimettersi in discussione e aprirsi all’Europa. Ancona ha necessità del contributo di tutti per risollevarsi e costruire per sé un futuro migliore. E questo va insegnato già nelle scuole”.

Italo D’Angelo, da parte sua, ha illustrato i principali punti del suo programma che vanno dalla sicurezza (maggiori controlli dei vigili urbani, strade più illuminate, videosorveglianza), alla manutenzione delle strade. “Il nostro è un programma non è il classico libro dei sogni elettorale – ha spiegato D’Angelo – ma tiene conto del momento storico in cui versa il Paese dal punto di vista economico  che impone una seria riflessione sulle poche risorse e un massimo impegno per far risollevare la città. E dunque va abbassata subito l’Imu della prima casa e alleggerire la tassazione e le tariffe specialmente per le famiglie più numerose. Va perseguita anche una attenta politica di spesa e una efficace lotta agli sprechi. Va istituita una anagrafe edilizia per recuperare il patrimonio comunale esistente”. Tra gli altri obiettivi: la riconquista da parte della città del suo porto con lo sgombero di alcune aree e una passeggiata panoramica dall’Arco di Traiano alla Mole; sostegno e rilancio delle attività economiche e culturali ma anche progetti per i giovani al fine di favorire posti di lavoro, Wi-Fi gratuito nelle principali piazze cittadine; maggiore e migliore collegamento con le frazioni e le periferie.

Il portavoce della Rete dei Comitati civici Daniele Ballanti ha indicato al candidato sindaco D’Angelo alcune problematiche: discariche a cielo aperto che si formano per le vie e piazze nelle zone degli Archi, via Marchetti, il Piano “per mancanza di sorveglianza e controlli nel conferimento dei rifiuti che vengono gettati e accatastati per strada nell’area ex Standa come a Napoli”. E’ stata sottolineata l’esigenza pressante della manutenzione delle strade “in via Torresi è stata rifatta l’asfaltatura ma sono già comparse due buche enormi”. Ballanti ha anche evidenziato i grossi problemi causati dal taglio del corse dei bus. “Soprattutto ci auguriamo che i 413mila euro stanziati dalla Provincia per il recupero dell’area Serpilli, i cui progetto già c’è, non vengano dirottati altrove”.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

La Rete dei Comitati Civici incontra i candidati sindaci: si parte con D’Angelo

AnconaToday è in caricamento