Amici del geriatrico - Inrca: "Al Ministro Lorenzin chiederemo risposte concrete"

“Vogliamo una volta per tutte risposte chiare sul futuro dell’Inrca e auspichiamo che l’interesse dimostrato dal ministro Lorenzin si traduca in fatti concreti per l’istituto di ricerca”

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di AnconaToday

L’Inrca è o non è un polo di eccellenza e ricerca per la geriatria italiana? Questo l’associazione degli “Amici del geriatrico - Inrca” per voce del suo presidente Aldo Tesei chiederà al ministro alla Salute Beatrice Lorenzin in occasione della sua visita al presidio della Montagnola sabato prossimo 10 maggio. “Vogliamo una volta per tutte risposte chiare sul futuro dell’Inrca e auspichiamo che l’interesse dimostrato dal ministro Lorenzin si traduca in fatti concreti per l’istituto di ricerca”. Queste le parole del presidente dell’associazione Aldo Tesei.

Il presidente ha incontrato nei giorni scorsi a Roma il ministro alla Salute, illustrando i problemi e le necessità dell’ospedale geriatrico di Ancona. L’onorevole Beatrice Lorenzin si è dimostrata particolarmente attenta ai temi esposti da Tesei, tanto da programmare una visita ulteriore nel capoluogo, oltre a quella già prevista per venerdì 16 maggio.

“Il ministro ha subito risposto alla mia richiesta – riprende Tesei -. La visita di sabato sarà un’occasione per farle toccare con mano la realtà dell’Inrca, per incontrare gli operatori della struttura, ma soprattutto per valutare insieme azioni concrete e rapide per garantire all’istituto il suo ruolo chiave in fatto di ricerca geriatrica e assistenza agli anziani. O si imprime una svolta ora – aggiunge ancora Tesei – o temo l’Inrca sia destinato ad un declino senza ritorno. Il momento è cruciale e le decisione vanno prese ora, visto il profondo processo di riforma che sta attraversando il sistema sanitario regionale. Processo che sembra non tener conto della presenza dell’Inrca, a dispetto di quanto stabilito dai programmi regionali, venendo sempre esclusa dagli incontri decisionali”.

Quattro le richieste fondamentali avanzate al ministro dall’associazione:

1. Il potenziamento della ricerca, anche in termini di finanziamenti. Aumentare il livello e la qualità della ricerca è un metodo essenziale per prevenire e/o ritardare l’insorgere di malattie più frequenti dell’anziano, riducendo notevolmente i costi sociali per l’assistenza e migliorando le condizioni di vita dell’anziano e dei suoi familiari. Questo è l’obiettivo principale di un istituto di ricerca.
2. Far sì che l’Inrca, per svolgere appieno il suo ruolo, diventi punto di riferimento delle reti che riguardano le patologie tipiche dell’anziano, vedi l’Alzheimer, il Parkinson, ma anche il diabete o i problemi nutrizionali per i non più autosufficienti.
3. Che attraverso la collaborazione con la Regione, l’Inrca assolva a un ruolo di sostegno alle altre strutture che sul territorio si occupano di assistenza all’anziano, Case protette, Rsa, Associazioni e società di assistenza domiciliare, nonché ad un ruolo di formazione e aggiornamento del personale, comprese le così dette badanti.
4. Un migliore e più stretto collegamento con i medici di famiglia per il loro rilevante ruolo che svolgono costantemente sul territorio.

 “Su questi punti – conclude il presidente dell’associazione Tesei – chiederemo al ministro una posizione netta e di farsi parte attiva anche nei confronti della Regione perché il compito affidato all’Inrca sia svolto appieno e nel migliore dei modi. L’Inrca è a detta di tutti un polo di eccellenza e ricerca per la geriatria italiana, allora è necessario adottare tutti gli atti conseguenti perché il suo ruolo sia potenziato e consolidato anche a livello nazionale”.


Di seguito il programma della visita del ministro Beatrice Lorenzin.

Sabato 10 maggio 2014
ore 11.15 Arrivo del Ministro alla Montagnola
ore 11.30 Visita ai reparti e strutture ambulatoriali
ore 12.15 All’Auditorium: incontro pubblico con gli interventi programmati sul tema: “L’INRCA : l’Eccellenza nella ricerca e nell’assistenza”
Ore 12.45 Intervento del ministro Beatrice Lorenzin
Ore 13.15 Conclusione

Torna su
AnconaToday è in caricamento