rotate-mobile
Sabato, 15 Giugno 2024
Scuola

Fabriano, il saluto del sindaco Daniela Ghergo agli studenti, sui banchi per l'inizio del nuovo anno scolastico

Il primo cittadino ha visitato la scuola Primaria "Mazzini" dell'Istituto Comprensivo Marco Polo, augurando un buon inizio anno a tutti coloro che hanno inaugurato questo nuovo percorso di studi, ai docenti, collaboratori scolastici e famiglie

Nel primo giorno del nuovo anno scolastico 2023/2024, il Sindaco Daniela Ghergo ha fatto visita ai piccoli studenti della scuola Primaria "Mazzini" dell'Istituto Comprensivo Marco Polo per augurare loro un buon inizio anno, rivolgendo l’augurio simbolicamente a tutti gli studenti fabrianesi che oggi sono tornati sui banchi di scuola, al personale docente e ai collaboratori scolastici e alle famiglie. Il Sindaco, accompagnato dal Dirigente Scolastico Prof. Antonello Gaspari e dal corpo docente, ha salutato le classi accolta con calore e curiosità dai giovani studenti emozionati per il rientro a scuola. Questo il messaggio del primo cittadino agli studenti fabrianesi:

“La scuola è il motore della crescita della nostra società, il vivaio più importante della trasformazione sociale in grado di accrescere il sapere dei ragazzi come garanzia della loro stessa libertà. Nel 75° anniversario della Costituzione Italiana va ricordato come la scuola ponga le fondamenta dell’unità del nostro Paese perché insegna a essere cittadini facendo propria la parola ‘integrazione’. Questo percorso accomuna tutti i ragazzi che frequentano i diversi cicli di studio: quelli che provengono da famiglie che hanno origini nel nostro Paese e i nuovi italiani che parlano la nostra lingua e vivono nella nostra città.

Ai nostri ragazzi auguro di accogliere le sfide della vita con coraggio e gioia, la scuola è un’occasione unica ed irripetibile, in un momento dell’esistenza in cui i sogni prendono forma e diventano percorsi concreti. La scuola è al vostro servizio, abbiatene per primi cura, come si ha cura di ciò che riteniamo importante, come le relazioni, i luoghi e gli affetti. È il primo luogo in cui sperimenterete concretamente che le diversità sono ricchezze e aiutano a confrontarsi per crescere. Ogni volta che là dentro crescete, imparate e migliorate, cresce, impara e migliora la nostra comunità.

La scuola vi darà gli strumenti, sta a voi utilizzarli per cambiare il mondo e renderlo migliore. Siete voi che avete il compito e la responsabilità di scrivere la nostra storia, di essere i costruttori del nostro futuro. A voi ragazze e ragazzi, ai dirigenti e docenti, al personale, buon anno scolastico!”

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Fabriano, il saluto del sindaco Daniela Ghergo agli studenti, sui banchi per l'inizio del nuovo anno scolastico

AnconaToday è in caricamento