rotate-mobile
Mercoledì, 8 Dicembre 2021
Cronaca Senigallia / Via Raffaello Sanzio

La cucina come un laboratorio per lo spaccio: arrestato un 42enne in bicicletta

L'uomo è stato fermato per un controllo dai carabinieri, che poi hanno esteso la perquisizione nella sua abitazione: hanno sequestrato cocaina ed eroina

Quella eroina era per uso personale, assolto 43enne di Senigallia dall'accusa di spaccio

La cucina come un laboratorio dello spaccio: in manette è finito un 42enne di Senigallia. E’ stato sorpreso in bicicletta, mentre percorreva via Sanzio, durante un normale controllo, dai carabinieri della stessa città. Erano le 18,30 di ieri pomeriggio (martedì 9 giugno): l’uomo, già conosciuto per i precedenti di droga, si è mostrato subito nervoso. Così i militari hanno deciso di perquisire anche la sua abitazione. Qui hanno trovato, sul tavolo della cucina, una vera e propria postazione per il confezionamento della droga. C’era infatti un ovulo ancora sigillato, del peso di 10,72 grammi, contenente eroina, ed una confezione già aperta con altra droga dello stesso tipo, del peso di 2,72 grammi.

La confezione aperta stava per essere suddivisa in dosi e per farlo il 42enne si era dotato di un bilancino di precisione, forbici, carta stagnola, una busta in plastica da cui ricavare i ritagli, un pennello e una cannuccia con beccuccio. Inoltre sul tavolo è stata rinvenuta una dose già confezionata di cocaina. Tutto il materiale trovato nell’abitazione è stato sottoposto a sequestro, mentre il pusher è stato condotto in caserma, dove è stato dichiarato in arresto per detenzione di droga ai fini di spaccio. Questa mattina si è svolta l’udienza di convalida dell’arresto, a seguito della quale il gip del tribunale di Ancona ha disposto la misura cautelare degli arresti domiciliari. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

La cucina come un laboratorio per lo spaccio: arrestato un 42enne in bicicletta

AnconaToday è in caricamento