rotate-mobile
Sabato, 15 Giugno 2024
Cronaca

«Dammi i soldi». Rapinato in pieno centro a colpi di calci e pugni: arrestato un giovane

Choc lungo corso Garibaldi per un 26enne derubato del portafoglio. L’arrivo della polizia ha fatto scattare le manette per il ladro

ANCONA - Prima si è avvicinato a lui mentre era al distributore automatico di bibite, chiedendogli qualche spiccio, poi lo ha seguito e rapinato a colpi di calci e pugni. È successo nella notte, in corso Garibaldi. Vittima un 27enne. Il giovane, bengalese, si trovava con degli amici in piazza Roma, dove si era recato a prendere da bere al negozio automatico che fa angolo con corso Mazzini. Lì sarebbe arrivato uno straniero, identificato poi in un moldavo di 26 anni, in sella ad una bicicletta. «Dammi dei soldi», avrebbe detto, ma il bengalese si è rifiutato e ha girato i tacchi per proseguire la passeggiata lungo corso Garibaldi. Il moldavo lo ha seguito e raggiunto. Sceso dalla bici lo ha preso a pugni e calci afferrando il portafoglio del bengalese per poi darsi alla fuga. Era da poco passata la mezzanotte.

La vittima è rimasta a terra stordita. Gli amici hanno inseguito il rapinatore bloccandolo e chiamando il 112. Una pattuglia della polizia è arrivata in centro ammanettando il ladro che nel frattempo era arrivato in via Marsala. Aveva ancora il portafoglio rubato, con dentro quasi 200 euro, che la vittima ha ripreso. Il moldavo è stato arrestato per rapina aggravata. Ora è in carcere in attesa della convalida che ci sarà mercoledì davanti al gip Carlo Masini. L'arrestato è già noto alle forze dell'ordine.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

«Dammi i soldi». Rapinato in pieno centro a colpi di calci e pugni: arrestato un giovane

AnconaToday è in caricamento