menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Un nuovo musical va in scena grazie ad "Art Dream", il palco del teatro diventa un set 3D

Cosa succederebbe se il classico palco di un teatro, dove di solito recitano gli attori, lasciasse il posto ad una ricostruzione tridimensionale? Magari di una piazza o un palazzo o un paesaggio. Ecco la novità di Art Dream

Ci siamo oramai abituati ad entrare nelle multi sale cinematografiche e vedere che tra i vari film, si possono scegliere sempre più proiezioni in 3D. Ma cosa succederebbe se quella scena tridimensionale arrivasse sul palco di un teatro? La ha reso possibile un gruppo teatrale di Falconara: “Art Dream”. Sono un trentina di ragazzi e ragazze di Falconara (e non solo). Loro hanno portato sul palco di un teatro lo spettacolo dei musical, ma in 3D. Ma come è possibile tutto ciò? Grazie alla tecnologia 3D mapping, che consente di mappare una scena o un set e di riprodurlo con tutta una serie di animazioni. Con queste poi, i vari attori sapranno interagire.

Ho visto per la prima volta usare questa tecnologia a Cupramontana – ha detto Stefano Mari, presidente dell'associazione Art Dream – In una dimostrazione hanno mappato la facciata di un palazzo e poi, con dei videoproiettori potentissimi, sono riusciti ad ottenere il movimento di cose che erano in realtà statiche”. Mari non ci ha pensato poi molto. Ha ragionato che la cosa potesse essere una bella iniziativa per la città di Falconara e, con i suoi ragazzi, si è dotato di video proiettori ad hoc, il supporto tecnico di una società del settore ed il resto è venuto sa se. Art Dream infatti, la scorsa stagione,  ha già messo in scena il musical ”Il Re dei folli”. Prossima tappa? “Peter Pan 3D musical” il prossimo 15 settembre a Montemarciano.

Ma a settembre non sarà raggiunto un obiettivo, ma un trampolino per andare oltre. Stefano Mari ha detto che il gruppo teatrale è già pronto ad esportare la sua tecnologia e la sua professionalità sul palco di altre piazze: Jesi, Senigallia e Fabriano. E perchè no, anche fuori regione. “In Italia una cosa come questa non c'è. E' stata proposta solo una volta una proiezione di Romeo e Giulietta di Riccardo Cocciante, dove gli elementi scenici erano stati proposti in una scenografia statica  video proiettata. La nostra scenografia video proiettata è tutta con elementi animati” ha ribadito Mari.

Insomma, riusciremmo ad immaginarci di essere seduti ad un teatro e di vedere proiettata sul palco la facciata di un palazzo, dove ci sono uccelli che volano, finestre che sia prono e chiudono, nuvole che scorrono il cielo, tutto proiettato in 3 dimensioni? Si può. Lo fanno quelli di Art Dreram e, in qualità di attori, recitano anche all'interno di un set animato. Loro non vogliono insegnare nulla a a nessuno. Vogliono solo essere pionieri di una nuova forma di teatro, in modo tale che questo possa tornare in massa il pubblico anconetano e non solo.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

AnconaToday è in caricamento