Incidente sull'asse, ipotesi inversione: «Chi ha visto qualcosa si faccia avanti»

Il pm Andrea Laurino ha aperto un fascicolo d'indagine con iscritto sul registro degli indagati la 72enne anconetana, al momento accusata di omicidio stradale

L'auto coinvolta nell'incidente

La donna alla guida della Lancia Y stava percorrendo l’asse direzione sud tenendosi a destra, quando avrebbe provato a fare un’inversione a “U” attraverso l’interruzione del guardrail, a metà strada tra la galleria successiva all’uscita per Brecce Bianche e la pompa di benzina. E’ questa l’ipotesi su cui stanno lavorando gli agenti della sezione giudiziaria della Polizia Municipale di Ancona, nell'ambito dell'incidente mortale in cui ha perso la vita il 42enne Claudio Di Matteo, appuntato scelto della Guardia Di Finanza in servizio al Comando della Provincia di Ancona. Pochi dubbi per i vigili, non solo per la posizione della macchina, ma anche per il punto dell’impatto, cioè la parte anteriore a sinistra dell’auto a cavallo tra il parafango e la ruota. Uno schianto violentissimo, al punto da devastare il cerchione e lo pneumatico. Il pm Andrea Laurino ha aperto un fascicolo d'indagine con iscritto sul registro degli indagati la 72enne anconetana, al momento accusata di omicidio stradale

L’APPELLO ALLA CITTADINANZA. Ma da fonti investigative arriva la richiesta di appello ai cittadini anconetani perché al momento dell’incidente ci sarebbero stati con ogni probabilità dei mezzi in transito, da entrambe le direzioni, che potrebbero aver visto quanto accaduto o comunque avere notato un dettaglio, un particolare, una qualsiasi cosa che possa sembrare ininfluente. L’invito è quello di recarsi al comando dei vigili urbani di via del Commercio di Ancona per lasciare la propria testimonianza che, al netto delle rilevazioni oggettive, sono sempre parte essenziale per la ricostruzione di un fatto di indagine. 

IL RICORDO. Oggi si è tenuta la camera ardente del militare. Di lui oggi ha parlato il Comandante provinciale delle fiamme gialle doriche Vincenzo Amendola che, con parole sommesse, ha detto: «Una vita ordinata, due figli piccoli e allora ti domandi perché, come sia potuto succedere. Claudio era il classico bravo ragazzo. E’ dura»

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Meteo, arriva il freddo russo sulle Marche: tracollo termico e neve a basse quote

  • Nuove regole e quasi tutta Italia in zona arancione: ecco la situazione nelle Marche

  • Tremendo frontale sulla provinciale, veicoli distrutti: c'è una vittima

  • Telefonata choc dal porto: «Aiuto, mi hanno stuprata in tre»

  • Tragico schianto sulla provinciale, la vittima è Francesco Contigiani: aveva 43 anni

  • «Zona arancione da domenica e per altre due settimane»: la conferma di Acquaroli

Torna su
AnconaToday è in caricamento