rotate-mobile
Venerdì, 14 Giugno 2024
Cronaca

Sfigurato al viso dopo un litigio, la polizia chiude un centro scommesse

L'attività si trova al Piano. A gennaio un uomo era stato aggredito riportando una deformazione permanente al volto. L'aggressore è finito in carcere

ANCONA – Da un banale litigio erano arrivati alle mani e un avventore ci aveva rimesso il volto, riportando una deformazione permanente. A quattro mesi dai fatti, che hanno portato anche ad una misura cautelare in carcere, la polizia ha chiuso un centro scommesse del Piano. Il provvedimento è stato firmato dal questore Cesare Capocasa perché l'attività sarebbe un ricettacolo di pregiudicati e mette a rischio l'ordine e la sicurezza pubblica. La chiusura, per dieci giorni, riguarda una sala giochi e l'8 gennaio scorso era stata teatro di un acceso diverbio tra due clienti, per futili motivi, che però avevano fatto arrivare alle mani. C'era stata una reciproca aggressione con gravi lesioni personali ad uno dei protagonisti. Ad aprile la parte offesa ha sporto querela in questura per i fatti avvenuti, riferendo di una particolare violenza dell’aggressione, realizzata attraverso l’utilizzo di un oggetto contundente, che gli aveva procurato una deformazione permanente del viso. Il 16 maggio scorso, per la gravità dei fatti avvenuti, il gip del tribunale di Ancona ha emesso, su richiesta della procura, una misura cautelare in carcere per l'aggressore. Il provvedimento è stato eseguito oggi dalla squadra mobile. Il centro scommesse è stato trovato dalla polizia, nel giorno dell'aggressione, pieno di clienti poco raccomandabili e con precedenti penali per reati contro la
persona e per reati di droga. Anche nei giorni successivi la presenza era la stessa. Così il provvedimento di chiusura. La polizia è impegnata nel contrasto alla ludopatia proprio con controlli mirati nei centri scommesse e sale gioco per evitare che ci vadano i minori a cui l'accesso è vietato. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Sfigurato al viso dopo un litigio, la polizia chiude un centro scommesse

AnconaToday è in caricamento