Venerdì, 17 Settembre 2021
Cronaca

Salute: nasce anche ad Ancona il "Caffè Alzheimer"

Presso il Centro Il Samaritano di Ancona, il “Caffè Alzheimer” è promosso dall’associazione Alzheimer Marche

Nota- Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di AnconaToday

Contrastare l’isolamento e la marginalizzazione che spesso affliggono i malati di Alzheimer e i loro familiari. Con questo obiettivo nasce anche ad Ancona il primo “Caffè Alzheimer”, uno spazio protetto in cui i malati possono condurre delle attività a loro dedicate e i familiari ritrovarsi per parlare e confrontarsi sulle problematiche della malattia, con l’aiuto di esperti, trascorrendo così alcune ore in un’atmosfera accogliente, fatta di cordialità e convivialità. Promosso dall’associazione di volontariato Alzheimer Marche, nell’ambito del progetto “A.A.A.A. Aiuto Alzheimer Anziani Attivi” sostenuto dalla Regione Marche, il Caffè prenderà il via giovedì 13 giugno alle ore 17 presso il Centro il Samaritano di Ancona, e proseguirà con una serie di appuntamenti, già programmati con cadenza settimanale o quindicinale, fino alla fine dell’anno (con pausa estiva). La partecipazione è gratuita, ma occorre contattare preventivamente l’associazione ai numeri: 071 3580452 o  334 6989701 oppure scrivere a info@alzheimermarche.it.

Gli incontri consistono appunto in gruppi di ascolto, informazione e sostegno per i familiari, con l’aiuto di psicologi. Contemporaneamente, per i malati sono previste attività di musicoterapia, arte terapia e stimolazione cognitiva, con l’ausilio di operatori esperti. A condurre le attività del Caffè Alzheimer si alterneranno infatti: la dott.ssa Annalisa Scarpini - psicologa, la dott.ssa Serena Rabini - psicologa, il Dott. Roberto Calosci - musicoterapeuta, la dott.ssa Giorgia Filipponi - arteterapeuta e il dott. Maurizio Latini – sociologo. A conclusione di ogni incontro, un momento conviviale offerto dagli stessi partecipanti. 

Con il Caffè Alzheimer entra nel vivo la seconda fase del progetto “A.A.A.A. Aiuto Alzheimer Anziani Attivi”, promosso da Alzheimer Marche, grazie ai contributi della Regione Marche per la realizzazione di progetti a favore della longevità attiva. Un percorso con il quale la onlus si propone il duplice obiettivo di promuovere la longevità attiva, formando dei futuri volontari e al tempo stesso dare un sostegno alle famiglie. Nel mese scorso infatti, si è svolto, con interesse e partecipazione, un corso di formazione per adulti over 65, futuri volontari nell’assistenza-sollievo alle famiglie con malati di Alzheimer e demenza senile. I volontari avranno ora la possibilità di mettere in pratica le conoscenze acquisite affiancando gli operatori proprio negli incontri pomeridiani del Caffè Alzheimer.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Salute: nasce anche ad Ancona il "Caffè Alzheimer"

AnconaToday è in caricamento