rotate-mobile
Attualità

Lo Stato deve pagare al Comune 2,7 milioni di euro, le risorse andranno per edilizia scolastica e manutenzioni

Il Tribunale ha riconosciuto al Comune i contributi non corrisposti dallo Stato a compensazione del minor gettito ICI per le annualità dal 2001 al 2009

ANCONA- Un’entrata inaspettata di oltre due milioni e 500mila euro nelle casse comunali. Il Tribunale, con la sentenza dello scorso 9 marzo, ha riconosciuto al Comune di Ancona i contributi non corrisposti dallo Stato a compensazione del minor gettito ICI per le annualità dal 2001 al 2009 a seguito del mutamento della base imponibile per gli immobili di categoria D. Ai 2,5 milioni di euro vanno aggiunti gli interessi legali maturati dalla messa in mora al saldo, circa 200mila euro. Un tesoretto che consentirà al Comune interventi per l’edilizia scolastica, manutenzione ordinaria e straordinaria di strade, riqualificazione della piscina, bicilovia del Conero ecc… Oggi nell’ultima seduta del Consiglio comunale è stata approvata la variazione al Bilancio di Previsione 2023/2025. «Sono risorse aggiuntive che abbiamo deciso di utilizzare per cofinanziare alcune opere già finanziate con il Pnrr ma che, a causa dell’aumento dei prezzi rispetto ad un anno fa, hanno bisogno di integrazione- spiega la sindaca Valeria Mancinelli-. Per l’edilizia scolastica, oltre ai finanziamenti del Pnrr, aggiungiamo un milione e trecento mila euro di fondi del bilancio comunale». Ecco quindi che queste risorse straordinarie saranno impiegate per le scuole Agrodolce, Alba Serena, la mensa delle Leopardi e le Sabin. E ancora finanziamenti per la messa in sicurezza di strade e marciapiedi, per la Biciclovia del Conero, per il circolo Belvedere di Posatora, per le sedute della tribuna e l’illuminazione dello stadio del Conero, per la piscina di Ponterosso, per i campetti di quartiere, per lavori alla Corte d’Appello,per la scalinata del Passetto e per la scalinata Birarelli.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Lo Stato deve pagare al Comune 2,7 milioni di euro, le risorse andranno per edilizia scolastica e manutenzioni

AnconaToday è in caricamento