rotate-mobile
Martedì, 5 Luglio 2022
Volley

Gara al cardiopalma, vince Pesaro, Sabini ko al tie-break

Si è dovuti arrivare al tie-break per decretare la vincente tra Pesaro e Sabini, alla fine la spuntano i locali

Spettacolo alla palestra di via Kennedy. Due squadre che si conoscono bene, pur con un netto divario in classifica (ma non tecnico), hanno appassionato il pubblico presente avente discreta rappresentanza ospite con striscione di rappresentanza al seguito. La Montesi è allenata da Maurizio Fabbietti, oltre un decennio (2005-2017) a Castelferretti prima come giocatore (Serie B2: una promozione in B1 e una vittoria di Coppa Marche) e poi come allenatore di squadre giovanili e della prima squadra (Serie C): i pesaresi sono terzi in classifica in piena lotta playoff promozione nonostante nelle ultime due settimane abbiano avuto l’improvvisa defezione dell’uomo squadra e capitano Matteo Schiaratura (auguri di pronta guarigione). La Sabini è reduce dalla bella prova casalinga contro la capolista Ancona che tuttavia non ha portato punti buoni in classifica: nella tana dei rossiniani il sestetto di partenza prevede la diagonale Albanesi-Beni, schiacciatori Mancinelli-Licitra, centrali Giaccaglia-Galdenzi (unico ex in campo: alla Montesi in C 2018-2019) e libero Palazzesi.

I locali, trascinati dall’esperto opposto Morichelli (da oltre un decennio in Serie B), partono meglio ma la Sabini si scuote in fretta: Beni tenuto da Albanesi subito in partita oltre all’instancabile Licitra portano numerosi punti ai castelfrettesi per impattare i conti e poi per sorpassare (21-18); il triplo cambio nel finale di set (dentro Mariotti-Pieroni-Corinaldesi per Licitra-Beni-Albanesi) porta energie fresche in campo e dopo la chiusura dei tre cambi, la Sabini è brava a contenere la rimonta locale spuntandola ai vantaggi grazie anche a due impeccabili primi tempi di Galdenzi e Giaccaglia. I castelfrettesi partono forte anche nel secondo set (12-8): nel frattempo tra i rossiniani entra l’esperto centrale Caselli (esperienza in A3 a Fano oltre ad un decennio in Serie B) e compiono un break di 0-6; gli allenatori biancazzurri Giangiacomi-Pigliapoco operano il doppio cambio (dentro Pieroni e Corinaldesi per Beni e Albanesi) per scuotere i propri ragazzi che con Licitra iniziano a fermare a muro Morichelli (20-18): Pesaro nonostante il punteggio avverso è veramente coriacea in difesa e su contrattacco Morichelli, ben servito dal neo-entrato Ferro, tiene a galla i suoi compagni annullando il set point avversario e poi chiudendo la rimonta con un aces beffardo.

La Sabini si spegne nel terzo set: il servizio non viene forzato, anzi diventa falloso (ben 6 errori): a metà parziale Hoxha abbatte in viso Albanesi che è costretto a lasciare spazio a Pieroni; alcune imprecisioni tra ricezione e difesa rispetto alla Montesi costano l’allungo in favore di quest’ultima: a miglioramento di ciò entrano Mariotti e Rinaldi che scuotono i propri compagni ma per la rimonta non c’è spazio perché Pesaro riprende a macinar punti con il cambio.palla.

Nel quarto parziale il sestetto biancazzurro torna quello iniziale: avvincente la sfida a distanza tra Licitra e Morichelli, con quest’ultimo che calerà alla distanza; a metà set è 12-8 per la Sabini che mantiene un fluido cambio-palla con Licitra e Mancinelli a tratti incontenibili sia di potenza e sia di astuzia: nel finale Mariotti e Rinaldi sfoderano le ultime sicurezze in seconda linea che portano all’allungo decisivo per mettere in tasca il quarto parziale, condito anche da un punto in palleggio di terzo tocco da parte di Albanesi. Licitra e Morichelli proseguono la sfida a distanza anche nel quinto e decisivo set poi entra in scena il secondo libero locale Giorgi che con due spettacolari difese fa contrattaccare a punto i propri compagni che cambiano campo avanti di due punti: tra i locali rifiatano Mandoloni e Morichelli in favore di Coccia e Ferro con la Sabini che pareggia a quota 9 poi un’indecisione in seconda linea tra i biancazzurri dà il doppio vantaggio alla Montesi che lo manterrà fino al termine.

Anche questa gara conferma la verve da trasferta della Sabini nel 2022: undicesimo punto conquistato sui quindici disponibili tra Porto Potenza Picena (3), San Giovanni in Marignano (3), Osimo (1), Bellaria (3) e appunto Pesaro (1). La Montesi perde un punto nella corsa ai playoff (prime due posizioni del girone) ma ha dovuto sudare le proverbiali sette camicie per superare la giovanissima Sabini che strappa un punto in una palestra dove la sola capolista Ancona era riuscita ad uscire indenne (vincendo 3-1): il punto odierno, nonostante qualche rammarico per il secondo set sfuggito d’un soffio, dovrà caricare Capitan Giaccaglia e compagni in questo appassionante finale di stagione di un girone equilibratissimo e sempre più imprevedibile.

G.S. MONTESI VOLLEY PESARO - G.S. PALLAVOLO SABINI CASTELFERRETTI 3-2
MONTESI: Arceci, Mandoloni 3, Cardinali (K) 11, Mancinelli 3, Ferro 2, Sabatini 1, Caselli 10, Cristiano 13, Morichelli 31, Hoxha 10, Coccia, Mei (L1), Giorgi (L2). All. Fabbietti – Silvestrini.
SABINI: Beni 10, Rinaldi, Corinaldesi 1, Albanesi 2, Galdenzi 10, Giaccaglia (K) 7, Licitra 29, Mancinelli 19, Mariotti, Pettinari G., Pieroni, Pettinari M. (L1), Palazzesi (L2). All. Giangiacomi- Pigliapoco.
PARZIALI: 24-26/26-24/25-19/21-25/15-13
ARBITRI: Piccinini-Avanzolini

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Gara al cardiopalma, vince Pesaro, Sabini ko al tie-break

AnconaToday è in caricamento