Venerdì, 25 Giugno 2021
Sport

Pallavolo, La Nef Libertas Osimo: coach Giangiacomi a 360 gradi

Lo stop alle competizioni non ha fermato la corsa della La Nef Libertas Osimo che sta lavorando duro agli ordini del preparatore atletico Daniele Marchetti e dello staff tecnico guidato da coach Corrado Giangiacomi

Nota- Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di AnconaToday

Lo stop alle competizioni non ha fermato la corsa della La Nef Libertas Osimo che sta lavorando duro agli ordini del preparatore atletico Daniele Marchetti e dello staff tecnico guidato da coach Corrado Giangiacomi. Proprio con il neo tecnico biancoblù facciamo il punto sui primi 4 mesi della sua avventura con questa storica società alla guida della squadra che disputa il campionato di serie C di pallavolo maschile.

"Nè da giocatore nè da allenatore ho mai avuto occasione di stare in una società tanto ben organizzata, così attenta ai dettagli ed alla comunicazione nei confronti del settore giovanile e delle famiglie, quindi non posso che essere felice. La presentazione della stagione sportiva con 500 persone presenti più 200 iscritti è stato uno spettacolo, e la festa di Natale ha dato a tutti noi la dimensione di come questa squadra rappresenti il vertice di un movimento in salute ed in crescita. Considerando la crisi dello sport, società che appaiono e scompaiono, qui ci sentiamo fortunati.

Fin dal mio arrivo in estate, anche se non ho mai avuto alcun tipo di pressione, ho percepito che la mancata promozione della scorsa stagione con una sconfitta quantomeno rocambolesca e probabilmente immeritata, abbia lasciato una grande amarezza in tutto l'ambiente, non solo nei ragazzi che sono stati protagonisti di quella stagione, ed un senso di complessivo scoramento. Ripartire per molti non è stato facile ma la grinta e la voglia di rifarsi non manca.

Il gruppo storico era forte e coeso e la società mi ha dato la possibilità di poter completare il roster con giocatori che potessero darci un ulteriore mano andando ad allestire un team già molto competitivo. Il livello della serie C è molto alto, più dell'anno scorso e, inutile negarlo, nel nostro girone c'è grande equilibrio con altre 3-4 squadre di buonissimo livello, mentre nel girone sud, ugualmente, vedo almeno 3 formazioni di prima fascia.

L'approccio alla stagione è stato ottimo. Nel girone di Coppa nessuno ha fatto meglio di noi e in avvio di stagione abbiamo fatto un filotto importante. Poi abbiamo un po' rallentato per merito degli avversari ma molto per demerito nostro. Abbiamo una squadra forte ma che non può permettersi distrazioni sia perché i punti pesano per tutti e quindi nessuno regala nulla, sia perché nel nostro girone i valori sono livellati. Basti pensare che abbiamo lasciato 2 punti al Pesaro all'andata e 1 al Bottega al ritorno, mentre, ad esempio, abbiamo fatto 6 punti contro Agugliano e Falconara che hanno una classifica importante. Guai distrarsi o allentare la pressione: questo è quello su cui dobbiamo lavorare e su cui c'è molto da fare anche se penso che siamo sulla strada giusta.

Il prossimo mese dirà molto perché dobbiamo chiudere bene il girone, qualificarci per la Poule Promozione e metterci nella condizione di poter ambire ad ogni risultato. Inoltre questa società non ha mai partecipato alla final four di Coppa Marche che è un obiettivo alla nostra portata avendo già vinto gara 1 dei quarti.

Al rientro ci attende la trasferta di Pesaro che è densa di insidie, per poi giocare il giovedì il ritorno di Coppa a Senigallia, quindi gli impegni con Ankon e Sabini.

La pausa è arrivata al momento giusto perché avevamo qualche situazione, sotto l'aspetto fisico, da gestire. Comunque scenderemo in campo ben 2 volte prima della trasferta del 10 gennaio, preparandoci adeguatamente giocando contro Falconara ed Agugliano.

Il bilancio è senza dubbio positivo finora. Abbiamo attraversato un periodo difficile dal quale siamo usciti rafforzati e che spero ci abbia insegnato qualcosa perché di difficoltà da qui a fine stagione ne troveremo ancora.

Approfitto per ringraziare il validissimo staff che la società mi ha messo a disposizione, altra cosa a cui non ero abituato, a partire dal mio vice Roberto Prudenza e dall'assistente tecnico Andrea Bontempi per continuare col preparatore atletico Daniele Marchetti, il direttore tecnico Marco Paolini ed il direttore sportivo Valter Matassoli.

Penso che non ci manchi nulla per toglierci belle soddisfazioni quest'anno e la sfida è riuscire ad arrivare fino in fondo in tutte le competizioni giocandocela poi con coloro che, come noi, avranno dimostrato di meritare di stare lì. Non sono abituato a guardare in casa d'altri ma penso che tutti i ragazzi del nostro roster siano all'altezza del compito e, a nome loro, mi sento di promettere a tutto l'ambiente osimano che faremo sempre del nostro meglio. Questo non significa che vinceremo, chi può prometterlo(!?!?!), scaramanzia a parte, ma significa che ci proveremo con tutte le nostre forze.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Pallavolo, La Nef Libertas Osimo: coach Giangiacomi a 360 gradi

AnconaToday è in caricamento