rotate-mobile
Sabato, 13 Aprile 2024
Sport

Nico Traverso alla Prima prova del Campionato Italiano Motorally & Raid TT a Riotorto

Il rallysta del Team CarpediemOffroad ha già iniziato a correre con il nuovo bellissimo modello Fantic XEF 450 Rally, moto concepita per i grandi rally, come la Dakar

Grandi novità quest'anno per il pilota anconetano Nicola Di Piero: grazie alla collaborazione con la Brothers Moto di Ancona, concessionaria ufficiale Ducati e Fantic, il rallysta del Team CarpediemOffroad ha già iniziato a correre con il nuovo bellissimo modello Fantic XEF 450 Rally, moto concepita per i grandi rally, come la Dakar.  Questo sarà quindi il primo anno che Nico correrà al Campionato Italiano Motorally & Raid TT con una moto monocilindrica anziché la bicilindrica, con cui da tre anni a questa parte si era approcciato ai rally.

La Fantic XEF 450 Rally è derivata da un modello da enduro, dotata però di serbatoi maggiorati da 30 lt, torretta per alloggiare la strumentazione da rally e plexiglass per proteggere il pilota dall'aria alle alte velocità. Caratteristiche che fanno rientrare questa moto nella classe Marathon, dedicata a moto allestite da rally dalla casa produttrice e da altre tipologie di moto. Si è appena svolta durante lo scorso weekend, la prima tappa del Campionato Italiano Motorally & Raid TT a Riotorto (LI), dove il centauro anconetano è stato ospite del paddock ufficiale Fantic Motor, organizzato da Tiziano Internò di Rally Pov e popolato da illustri piloti "dakariani". Quasi tutto perfetto anche se qualche errore di guida e un problema inaspettato hanno leggermente sacrificato la classifica finale. 

"Nella 1a Tappa su 3 del Week-end di gara - ci racconta il pilota -  si gareggia solo per il Raid TT: 238 km con 2 speciali fettucciate e 2 in linea, da circa 30 km ciascuna. Nonostante un piccolo errore in una nota “Lascia Pista” in cui sono entrato in fosso senza via d’uscita con conseguente perdita di tempo, ciò nonostante sono riuscito a chiudere 7^ della classe Marathon, risultato per me soddisfacente per la prima gara in sella alla nuova moto con la quale devo ancora prendere bene tutte le misure. La scorsa stagione ho corso con una bicilindrica e con la Fantic la guida è completamente differente e mi devo ancora adattare".

"Durante la 2a Tappa su 3 del Week-end di gara - continua Nico "Traverso" - si entra nel vivo del Campionato Italiano Motorally: 260 km con 2 speciali fettucciate e 2 in linea da circa 28 km ciascuna. Ancora qualche problema di ambientamento alla guida ed una caduta nella prima speciale in linea mi hanno fatto perdere tempo prezioso, non mi sono perso d’animo e sono riuscito a chiudere 8^ della classe Marathon, e 80esimo su 250 partecipanti nell’assoluta. Risultato anche oggi positivo ed il feeling con la moto piano piano si sta incrementando. Infine la 3a Tappa su 3 del Week-end di gara, anche questa valida per il Campionato Italiano Motorally: 180 km con 2 prove speciali in linea da circa 28 km ciascuna e una prova in fettucciato". Giornata tutta in salita non tanto per gli errori di guida, il lavoro sulla moto con un nuovo settaggio delle sospensioni iniziava a dare buoni frutti con una buona velocità e stabilità in uscita di curva e sulle mulattiere,  ma verso la fine della prima speciale si è dissaldata una piastrina su cui avevo adattato la strumentazione da rally, con il conseguente distacco della strumentazione dalla torretta obbligandomi ad una guida da funambolo con una mano sola e molto lentamente per uscire da un tratto single track per poi fermarmi tentando una riparazione di fortuna con le fascette. Questo mi ha fatto perdere ancora tantissimo tempo prezioso.

"Dopo aver rinforzato la torretta all’assistenza di fine tappa- conclude -, nella seconda speciale, bagnata e resa viscida dalla pioggia ho preferito non forzare poiché la riparazione non avrebbe retto una caduta vanificando l’intero week end di gara, ed ho optato per una guida prudente mirata solo a completare la gara ed incrementare punti per il campionato. Ho quindi concluso la giornata 14^ della classe Marathon, un pò amareggiato visto i bei risultati dei giorni precedenti, ma motivato e con già idee chiare su come migliorare la moto per la prossima gara in Abruzzo tra un mese. Alla fine non è andata così male e la classifica a fine week end mi vede all’ 8° posto della Classe Marathon una delle più competitive del campionato".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Nico Traverso alla Prima prova del Campionato Italiano Motorally & Raid TT a Riotorto

AnconaToday è in caricamento