Venerdì, 17 Settembre 2021
I ragazzi del Team Salvagente
Sport

Nuoto, bottino di medaglie per la team salvagente

La Team Salvagente 2.0 ottiene ben 72 medaglie ai campionati regionali di salvamento FIN Marche 2018

Nota- Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di AnconaToday

Sono 72 le medaglie conquistate dagli atleti della Team Salvagente 2.0 ai Campionati regionali di Salvamento FIN svolti domenica 4 febbraio nella piscina di Moie di Maiolati Spontini. 13 ori, 14 argenti e 17 bronzi individuali di categoria per i lifesavers della squadra interprovinciale anconetana che vanta tra le sue corsie nuotatori provenienti da 5 impianti: Ancona, Chiaravalle, Moie, Fabriano e Cingoli. Tra i circa 220 partecipanti, appartenenti ad 11 società, sono 10 i titoli marchigiani conseguiti a colpi di gambate. Federico Marcianesi si laurea campione regionale indiscusso nel 50 trasporto manichino e nei 200 ostacoli, nonché terzo assoluto nel 100 percorso misto e nel 100 trasporto manichino con pinne; Santini Lorenzo si accaparra il titolo supremo nel 100 percorso misto e il bronzo nei 200 ostacoli; Luca Bandieri ottiene un combattutissimo argento nei 200 ostacoli come la compagna di team Elena Renzi che vince anche il riconoscimento più prezioso nel 100 rescue medley; Elisa Cesarini si aggiudica l’argento nella competizione più tecnica e faticosa: il superlifesaver.

Molto forte sono andate anche le staffette 4x50 ostacoli, 4x50 mix e 4x25 manikin carry: i quartetti di entrambi i sessi sono saliti sul podio ad ogni fase nonostante fossero poveri di alcuni elementi importanti infortunati. Da segnalare, inoltre, la tripletta ostacoli maschile tutta targata TS per il quarto anno consecutivo, e i 4 pass valevoli l’accesso ai campionati Italiani che si terranno allo stadio del nuoto di Riccione nel terzo weekend di febbraio. I ragazzi della compagine dello squalo si presenteranno ai blocchi di partenza con 6 atleti e 3 staffette. Dopo soli 4 anni di attività in questa disciplina natatoria complessa, dove inciampare in brutte squalifiche è veramente molto frequente, gli allenamenti sono multidisciplinari e molto articolati, i tecnici ed i dirigenti non possono che essere soddisfatti dei grandi risultati ottenuti ed invitano tutti gli amanti del cloro nati prima del 2011 a venire a cimentarsi nel salvamento agonistico.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Nuoto, bottino di medaglie per la team salvagente

AnconaToday è in caricamento