rotate-mobile
Mercoledì, 28 Febbraio 2024
Calcio

Ancona, che non sia tempo da...Lupi. A Gubbio per restare in orbita

I dorici, che hanno cominciato il 2023 con due vittorie, in campo al “Pietro Barbetti” contro i rossoblù che nelle ultime tre uscite sono stati battuti da Montevarchi, Fermana ed Alessandria

E’ in una Gubbio che si preannuncia innevata la tappa intermedia del percorso dell’Ancona in questo primo mese del 2023, terzo dei cinque impegni previsti dal calendario a cui faranno seguito il derby casalingo contro la Vis Pesaro e la sfida sul campo del Montevarchi. I biancorossi si presentano in Umbria con il morale comprensibilmente alto: dieci punti nelle ultime quattro gare – con altrettanti clean sheet – e gli ultimi innesti di mercato che hanno rimpolpato la rosa a disposizione di mister Colavitto, a colmare il vuoto lasciato dagli infortuni che hanno contrassegnato questi primi mesi di stagione. L’importanza della partita è ben evidenziata, in fondo, dal responso della classifica attuale: i padroni di casa quarti, ad una lunghezza di vantaggio dall’Ancona quinta, che da Natale a oggi ha recuperato la bellezza di sette punti ai Lupi rossoblù.

Il Gubbio che attenderà i biancorossi sarà quindi una formazione con le mani ben salde sul volante per imprimere una secca inversione ad U al suo cammino. Impressionante nel mese antecedente alle festività natalizie, con cinque vittorie ed un pareggio senza subire reti, e negativo nelle ultime settimane, con le battute d’arresto incassate contro Montevarchi, Fermana ed Alessandria. Il tecnico Braglia avrà nell’elenco degli indisponibili il solo Artistico, che ha comunque ricominciato a lavorare in palestra: rientrano dalla squalifica Signorini che riprenderà il suo posto nella difesa a tre a protezione di Di Gennaro insieme a Portanova e Bonini (con Dutu come alternativa), ed anche Arena ad agire sulla trequarti a supporto del tandem d’attacco formato da Vazquez e Mbakogu. Sulla linea mediana, si va verso l’utilizzo del quartetto formato da Morelli, Rosaia, Bulevardi e Corsinelli, ma resta viva la candidatura di Redolfi nuovamente a disposizione dopo aver scontato lo stop del giudice sportivo.

In merito alle scelte di Colavitto, probabile che il tecnico dei dorici torni a rispolverare il 3-4-3 vista l’emergenza a centrocampo, dettata dalla contemporanea squalifica di Gatto e Prezioso. Tale soluzione lancerebbe nel cuore della mediana Simonetti e Paolucci (con in panchina Pecci e la new-entry Basso qualora arrivasse l’ok per il tesseramento), con i binari laterali occupati da Mezzoni a destra e Martina a sinistra. Davanti, in attesa del rientro di Spagnoli, spazio al tridente Di Massimo-Petrella-Moretti, mentre la difesa a tre a protezione di Perucchini potrebbe far registrare l’esordio dal 1’ del nuovo acquisto Camigliano come braccetto di sinistra con Mondonico a destra e De Santis al centro. Sarà Mattia Caldera di Como a dare, alle ore 17.30, il fischio d’inizio del match al “Pietro Barbetti” di Gubbio. Il direttore di gara lombardo si avvarrà della collaborazione dei suoi corregionali Luca Feraboli di Brescia e Massimiliano Bonomo di Milano. Quarto ufficiale: Giacomo Ravara di Valdarno.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ancona, che non sia tempo da...Lupi. A Gubbio per restare in orbita

AnconaToday è in caricamento