rotate-mobile
Mercoledì, 1 Dicembre 2021
Calcio

Ancona Respect, una nuova frontiera: «In cantiere tante novità all’insegna dell’inclusione»

Silvana Pazzagli, presidentessa del club anconetano impegnato da sempre nel calcio e nel sociale, guarda anche al futuro annunciando novità che riguardano il settore maschile e lo sport con disabilità

I numeri fatti registrare dall’Ancona Respect in questa stagione sono un qualcosa che non si può ignorare. La società anconetana, impegnata da sempre nel calcio e nel sociale, non è più una scommessa ma è diventata una solida realtà. La presidentessa Silvana Pazzagli, nella settimana che porterà all’inizio ufficiale di moltissimi campionati per quel che concerne le giovanili biancorosse, ha fatto il punto della situazione svelando anche il segreto del suo club:

«Abbiamo tantissima carne al fuoco. L’esempio più bello da riportare è quello della formazione Under15 nazionale (guidata da mister Alessio Abram, ndr) che nell’ultima amichevole con una compagine consolidata come la Recanatese è riuscita a rimanere sempre in gara mostrando una crescita considerevole. Noi non selezioniamo, alleniamo. Abbiamo sempre voluto includere tutti e tutte ed oggi raccogliamo i frutti di questa scommessa».

Il futuro potrebbe riservare un ulteriore step all’Ancona Respect: «Sognare non costa nulla. La prospettiva di aprirci al maschile o proporre lo sport a chi è affetto da disabilità la stiamo valutando. La cosa importante, qualsiasi siano le decisioni, è il non snaturarsi. Siamo una società seria e con dei valori precisi, il nostro impegno sul territorio è sempre stato costante. Progetti come la psicoterapeuta per tutti, la spesa e il guardaroba solidale proseguono grazie all’impegno condiviso e questi aspetti ci rendono orgogliosi al pari di una vittoria sul campo».

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ancona Respect, una nuova frontiera: «In cantiere tante novità all’insegna dell’inclusione»

AnconaToday è in caricamento