rotate-mobile
Mercoledì, 19 Giugno 2024
Calcio

Ancona, anche la Primavera al lavoro a Cingoli

La formazione giovanile biancorossa sta svolgendo la preparazione al “Marco Fileni“, terreno sintetico alle spalle della tribuna dello stadio "Spivach", agli ordini del neo tecnico Riccardo Tumiatti e del suo staff

Anche la Primavera dell’Ancona è al lavoro. Una settimana di ritiro, piena, intensa, fatta di doppie sedute. Il quartier generale è sempre l’Hotel Tetto delle Marche, così come il campo. La prima squadra suda all’interno dello Spivach, i baby biancorossi lavorano sodo al “Marco Fileni“, terreno sintetico alle spalle della tribuna dello storico impianto. L’aria non è irrespirabile ed il clima è sicuramente più gradevole. Il tecnico Riccardo Tumiatti, allenatore di esperienza, è un uomo saggio e preparato, tecnico che nel corso della sua carriera ha navigato anche in acque agitate. Uno che sa come gestire situazioni in campo e fuori. Soprattutto sa come approcciarsi con i ragazzi che finora hanno dato segnali incoraggianti anche sul piano caratteriale. Tutti i giocatori, infatti, si sono presentati alla convocazione con largo anticipo, vogliosi di partire per il nuovo percorso.

E nei momenti di relax? Tumiatti, soprattutto dopo cena, ama parlare con i ragazzi. Vuole conoscerli meglio, scoprire ogni dettaglio di chi poi sul terreno di gioco, dovrà dare il massimo. Con lui, tra gli altri, sono cresciuti Daniele Degano e Luca Antonini, ex biancorossi che spesso hanno sottolineato le doti del vecchio maestro. «E’ un piacere lavorare con questi ragazzi – ha detto mister Tumiatti, che è affiancato dal suo staff il quale comprende il suo vice Gioele Bonfigli, l’allenatore dei portieri Marco Biccari, il preparatore atletico Riccardo Sandroni e il team manager Pasquale Valzano – li ho trovati bene grazie al lavoro fatto nelle annate precedenti. Si vede che si sono applicati costantemente. Pertanto, è un grande piacere per chi li segue. In questo periodo sto approfondendo la conoscenza, d’altronde io sono arrivato da poco ed è giusto interagire il più possibile». Sabato test in famiglia con la prima squadra. «Faremo una sgambata, giocare contro calciatori già formati ci permette di fare esperienza. Il desiderio è quello che durante l’anno possiamo raccogliere tutti insieme delle belle soddisfazioni. Lo merita il club, ma pure la squadra che ho la fortuna di guidare».

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ancona, anche la Primavera al lavoro a Cingoli

AnconaToday è in caricamento