rotate-mobile
Basket

Serie B: Ancora un finale punto a punto amaro per Ancona. La Luciana Mosconi cade ad Ozzano

Ancora un finale punto a punto, ancora una battaglia lunga 40’ ma che stavolta non sorride alla Luciana Mosconi Ancona

Ancora un finale punto a punto, ancora una battaglia lunga 40’ ma che stavolta non sorride alla Luciana Mosconi Ancona. I dorici escono ancora una volta sconfitti dal parquet stregato di Ozzano battuti 95-93 dai padroni di casa che agganciano in classifica i dorici a quota 28 con il vantaggio nel confronto diretto che resta però in favore di Panzini e soci. Il copione della partita è sempre ormai lo stesso con due squadre a combattere su ogni lato del campo con la sfida che si decide negli ultimi secondi. Anche nel turno infrasettimanale prepasquale è andata così.

A -1’12” dalla fine la Luciana Mosconi è avanti 91-92 con la tripla di Carnovali. C’è il controsorpasso ozzanese con il 2/2 di Klyuchnik e quando Ancona torna in attacco Bedin viene stoppato da Chiappelli con rimessa affidata ai locali. Si entra nell’ultimo minuto ed è Bonfiglio a segnare da fuori il canestro del 95-92 con 43” da giocare. I dorici tornano in attacco con Giombini mandato in lunetta. Il #45 sbaglia il primo e segna il secondo per il 95-93. Ozzano lavora giustamente con il cronometro e sul finire dei 24” Bonfiglio sbaglia il match point. Ancona sul -2 ha la palla per impattare o addirittura vincere. L’ultima azione se la prende Ciribeni che in penetrazione va a sbattere contro il muro di difensori emiliani assegnando ufficialmente la vittoria ai padroni di casa che giustamente festeggiano il successo.

Prima dell’amaro epilogo c’è una partita spigolosa caratterizzata da una difesa dorica morbida e da Ozzano intenso e che trova facilità nel tiro da tre punti. Nonostante questo la Luciana Mosconi rimane lucida e sul pezzo, capace di rintuzzare ogni tentativo di allungo degli avversari. Nella ripresa Ozzano prova la fuga e arriva anche a +12 con tanta inerzia in mano ma la squadra di Coen riesce ancora una volta a riemergere fino a mettere addirittura il naso avanti a -6’25” dalla fine. Ozzano ritrova il feeling con il canestro da tre con Barattini indemoniato e si riprende subito il vantaggio che riuscirà a portare fino all’ultimo concitato e palpitante minuto.

Parte forte Ozzano trascinata subito da Barattini e Klyuchnyk per il pronti e via e 7-0. Ciribeni sblocca i suoi e Ancona entra in partita con due triple di Giombini e la prima di Carnovali. Ozzano rompe gli equilibri a -3’ dalla prima pausa andando sul 26-20 ma poi Ancona recupera con Panzini dalla lunetta e un gioco da tre punti di Reggiani. Ozzano segna a ripetizione da tre punti e arriva a quota 32 al 10’. Difesa dorica davvero troppo vulnerabile con gli emiliani a -5 al suono della prima sirena.

Ozzano va sul +8 (43-35) a metà di secondo quarto, la partita si infiamma con le triple di Folli e Bonfiglio da una parte e quelle di Carnovali e Giombini dall’altra. A -2 dall’intervallo Folli segna da tre il 52-43 ma Luciana Mosconi torna negli spogliatoi con più fiducia con le bombe di Ciribeni e Carnovali per il 52-50 di metà contesa.

Il terzo quarto è la parte di match più complicata per la Luciana Mosconi. Folli e Barattini continuano a colpire a cannonate il canestro dorico, Ozzano trova anche qualche secondi tiri e prova la fuga. Klyuchnyk si conferma un leone del pitturato. Quattro punti in fila dell’ucraino e Ozzano vola sul 68-56 trascinata dal suo tifo incessante. La partita avrebbe potuto prendere una brutta piega ma invece la Luciana Mosconi trova subito le pronte risposte. Controparziale di 2-13 per Ancona che a -1’53” dalla fine del terzo quarto va a -1 (70-69). Time out della panchina di casa dalla cui uscita c’è la tripla di Chiappelli che riporta Ozzano in vantaggio. Carpani appoggia l’ultimo canestro del periodo per il 78-73 del 30’.

Si sbaglia molto a inizio di ultimo quarto. Ancona muove il punteggio con Ambrosin dalla lunetta a -8’58”, Ozzano ferma la sua effervescenza offensiva e Ciribeni da tre punti scrive 78 pari. La striscia ospite continua con un bel canestro del migliore Reggiani visto finora in maglia bianconeroverde e l’entrata di Bedin. 78-82 per Ancona a -6’25”. La partita ha ormai abituato che nessuna delle due squadre debba mollare. Regola rispettata da Ozzano che riparte con la tripla di Barattini e il contropiede di Folli per l’83-82. Si vive sul classico botta e risposta. Panzini segna da tre punti (85-87) ma Klyuchnyk fa altrettanto. Corre il cronometro fino al 91-92 firmato da Carnovali. Inizia l’ultimo minuto con il finale già raccontato…

Ancona chiude comunque con una buona prova che non diventa ottima solo per colpa del risultato finale. Cinque uomini in doppia cifra e due a otto punti a testimonianza della buona salute di una squadra che ha adesso altre tre finali (e il turno di riposo da osservare) per attendere l’esito del suo campionato.

Sinermatic Ozzano – Luciana Mosconi Ancona 95-93 (32-27, 20-23, 26-23, 17-20)

Sinermatic Ozzano: Marco Barattini 26 (3/4, 4/7), Dimitri Klyuchnyk 19 (5/9, 2/5), Matteo Folli 15 (3/5, 3/4), Gioacchino Chiappelli 8 (2/3, 1/3), Simone Lasagni 8 (1/2, 2/6), Simone Bonfiglio 7 (2/2, 1/10), Manuel Carpani 7 (2/3, 1/2), Carlo Balducci 3 (1/2, 0/1), Tommaso Felici 2 (1/2, 0/0), Riccardo Galletti 0 (0/0, 0/0), Francesco Buscaroli 0 (0/0, 0/0), Filippo Salsini 0 (0/0, 0/0)Tiri liberi: 13 / 16 – Rimbalzi: 30 6 + 24 (Gioacchino Chiappelli 10) – Assist: 24 (Matteo Folli 8)

Luciana Mosconi Ancona: Leonardo Ciribeni 19 (5/9, 3/4), Tommaso Carnovali 17 (1/1, 4/9), Yannick Giombini 16 (2/4, 3/4), Alberto Bedin 12 (5/13, 0/0), Francesco Reggiani 11 (1/1, 2/5), Lorenzo Panzini 8 (0/1, 2/5), Matteo Ambrosin 8 (1/1, 0/5), Nikodem Czoska 1 (0/1, 0/0), Niccolò Piccionne 1 (0/0, 0/0), Filippo Guerra 0 (0/0, 0/0), Davide Petrilli 0 (0/0, 0/0)Tiri liberi: 21 / 25 – Rimbalzi: 32 6 + 26 (Yannick Giombini 7) – Assist: 24 (Lorenzo Panzini 10)

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Serie B: Ancora un finale punto a punto amaro per Ancona. La Luciana Mosconi cade ad Ozzano

AnconaToday è in caricamento