Basket, ad una bella Robur sfugge la vittoria d’un soffio

Vittoria all’overtime del Campetto Ancona per 86-91 dopo un match tirato tra le due formazioni

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di AnconaToday

Partiamo da un presupposto. E’ stata probabilmente una delle migliori Robur in questa prima parte di stagione. Per quello visto in campo avrebbe anche meritato la vittoria ma il basket purtroppo è così. In alcuni casi sa essere crudele, forse troppo. Perché questa sera i roburini hanno sfoderato tre C. Cuore, carattere e coraggio. Purtroppo non sono bastati. Quando contro ti trovi gente del calibro di Benini e Baldoni, dei marziani scesi in C Silver, questo può non essere sufficiente. Forse è mancata un po’ di lucidità nei momenti topici, forse un po’ di fortuna. Fatto sta che il Campetto Ancona ha espugnato il PalaBellini per 86-91 dopo un overtime. Insomma, non è stata affatto una passeggiata. I dorici si sbloccano dopo tre stop consecutivi. Per la Robur, questa sera guidata da coach Massimo Balercia, una sconfitta che deve dare ancora più voglia di proseguire la rincorsa ai piani nobili di classifica. Pronti via e la Robur mette da parte le partenze soft del passato, sfoderando un avvio super. Gli ingredienti sono attacchi chirurgici e difesa asfissiante. Risultato? Break secco di 5-0 firmato Rac e Redolf. I roburini continuano a premere sull'acceleratore e al quinto minuto si e' sul 19-10 grazie a Rac, poi e' la volta di Redolf per tentare il nuovo allungo sul 24-14 a 4'19'' dal termine. Coach Del Pesce chiama time out per riordinare le idee ai suoi che trovano uno 0-6 (25-22) siglato dalla premiata ditta Baldoni - Benini. Il Campetto subisce la difesa osimana e spara a salve nel finale mentre la Robur no e chiude sul 30-24. Nel secondo quarto si procede sul filo dell'equilibrio. La compagine di coach Del Pesce vive delle giocate dei suoi solisti, mentre i roburini tengono botta giocando di squadra. Tuttavia gli ospiti arrivano al 37-35 a 4'40'' dalla fine, ma i padroni di casa trovano un altro allungo sul finale, 50-42, prima che la tripla di Benini mandi tutti a riposo sul 50-45. Nel terzo periodo stesso leit motiv. Partenza devastante roburina, 57-47, con gli anconetani che falliscono delle facili occasioni. Sembra la svolta del match ma mai dare per morto il Campetto. In bianconeri riaprono i giochi sul 60-57 a 4'31'' dal termine con le triple di Oprandi e Baldoni.

Le due compagini iniziano a mettere in mostra delle difese muscolari e la bellezza del match ne risente. Si segna poco e si sbaglia molto. Il guizzo vincente lo trovano gli ospiti sempre dall'arco dei 6.25 con Benini che firma il sorpasso sul 66-67 a 43'' dalla fine. Nulla e' perduto. Il libero di Redolf e la bella giocata sull'asse Lupetti - Principi chiudono il quarto sul 69-67. I roburini ripartono bene e arrivano al 73-67 dopo due minuti di gioco. Il Campetto trova canestri importanti ma i padroni di casa non mollano. Si prosegue sul filo dell'equilibrio con dei veri e propri fortini difensivi messi in piedi dai due tecnici. Finale al cardiopalma. Il Campetto impatta sul 78-78 e il libero seguente di Baldoni riporta avanti i bianconeri sul 78-79 a 1'35'' dal termine. I due liberi di Cardinali mandano avanti la Robur sull'80-79 a un minuto dalla fine e i seguenti liberi dello stesso play portano i padroni di casa sul +3 (82-79 a 28''). Sembra, quasi, fatta ma Baldoni mette una tripla pesantissima e dannatamente complicata (82-82 a 20'') mentre Ferraro non trova il canestro finale da sotto. Si va all'overtime. Oprandi piazza nell’immediato un'altra tripla pesante, 82-87 a 2'43'' dalla fine, ma Tredici rimette le cose sull'86-87. Il finale purtroppo e' amaro. I roburini finiscono la benzina e i liberi finali di Oprandi e Baldoni fissano il punteggio sull’86-91. «Sinceramente è stata la partita piu’ bella che abbiamo giocato finora – ha rimarcato Gianmarco Armento, solo 19 anni ma già capace di sfoderare prestazioni da veterano – Dispiace solo per il risultato finale. Forse abbiamo pagato alcuni errori nell’ultima parte di gara, quando ci siamo fatti prendere dalla frenesia. Comunque abbiamo giocato tranquilli, senza troppe pressioni ma soprattutto di squadra, dimostrando di essere un bel gruppo. Siamo riusciti anche ad evitare le nostre solite “false partenze” e questo ci aveva dato la convinzione che forse saremmo riusciti a vincere. Invece è finita diversamente. Una sconfitta da cui dobbiamo trarre insegnamenti per il futuro e che ci deve dare un’ulteriore spinta – conclude Armento – per inanellare risultati positivi necessari per risalire la china della classifica».

ROBUR OSIMO – IL CAMPETTO ANCONA 86-91 dts (30-24; 20-21; 19-22; 13-15; 4-9)

ROBUR: Belli ne, Lupetti 9, Armento 3, Cardellini 2, Cardinali 7, David 6, Rac 13, Tredici 10, Ferraro 18, Redolf 10, Principi 8 All. Balercia

CAMPETTO: Conte 3, Bartolucci, Pierlorenzi, Oprandi 15, De Fenza ne, Benini 30, Iurini ne, Schiavoni, Ciarallo 10, Daidone ne, Esposito, Baldoni 33 All. Del Pesce

Arbitri: Jacopo Sperandini di Macerata e Manuel Vescovi di Ancona

G.S. Robur Basket

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
AnconaToday è in caricamento