rotate-mobile
Altro

"Doppietta" d'argento per Tommaso Marini nella prova di Coppa del Mondo al Cairo

Nella capitale egiziana, il fiorettista anconetano beffato al fotofinish sia nella gara individuale (15-14 contro lo statunitense Massialas) che nella prova a squadre, dove gli azzurri vengono sconfitti 45-43 dal Giappone

Doppietta d’argento per Tommaso Marini, che nella prova di Coppa del Mondo di Scherma andata in scena a Il Cairo, termina al secondo posto sia nella prova singola (che vale il secondo podio stagionale dopo il trionfo di Tokyo) che nella competizione a squadre. Entusiasmante la cavalcata di Tommy nella gara individuale, peraltro affrontata da testa di serie numero 1 del tabellone di diretta: partenza tutt’altro che agevole contro i francesi Loisel ed Ediri (entrambi nella squadra che contese a giugno dell’anno scorso il titolo europeo a squadre ad Antalya) battuti rispettivamente 15-11 e 15-9. Poi due affermazioni nette contro il giaponnese Matsuyama (15-6) e nel derby tricolore con Giorgio Avola, regolato con un perentorio 15-3. Altra sfida tutta Made in Italy nella semifinale, vinta 15-8 contro Davide Filippi, quindi il match per l’oro perso per una sola stoccata contro lo statunitense Alexander Massialas, che gli appassionati della disciplina ricorderanno battuto in pedana dal nostro Daniele Garozzo nella finale olimpica di Rio 2016.

A distanza di 24 ore, altro argento per il campione dorico, stavolta nella prova a squadre con i fiorettisti che confermano il trend positivo di inizio stagione in cui sono arrivati sempre sul podio (secondo posto dell’esordio a Bonn, il terzo di Tokyo e il successo di un mese e mezzo fa a Parigi). La formazione azzurra, con Filippo Macchi al debutto nel quartetto, provato al posto di Alessio Foconi, ha esordito nel tabellone degli ottavi di finale superando l’Austria per 45-26. Combattuto ma di fatto sempre condotto in vantaggio il match dei quarti contro Hong Kong, dove il giovanissimo terzetto Macchi-Bianchi-Marini s’è imposto 45-41 staccando il pass per la semifinale. Qui, contro la Francia, è stato capitan Garozzo a chiudere un assalto equilibrato fino alle ultime tre frazioni, quando l’Italia ha preso il largo per vincere 45-35. In finale contro il Giappone ottima la partenza azzurra (15-9 dopo i primi tre assalti), targato Tommy l’allungo finale (40-38) prima della replica nipponica con un ko di misura (45-43). che lascia qualche rimpianto ma di certo non sminuisce il valore della prestazione degli azzurri.

«Sono molto soddisfatto, per tutto l’andamento del weekend e in particolare per le prove a squadre – ha detto il c.t. del fioretto azzurro Stefano Cerioni – perché era l’ultima gara prima dell’inizio della Qualifica Olimpica, e avevo necessità di provare nel quartetto maschile Bianchi e Macchi, che mi hanno dato ottime risposte. Il primo posto nella gara a squadre femminile ed il secondo posto del maschile, uniti ai risultati di ieri nell’individuale, sono eccellenti premesse per gli impegni, importantissimi, che ci aspettano». Prossima tappa negli Stati Uniti, dal 17 al 19 marzo.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Doppietta" d'argento per Tommaso Marini nella prova di Coppa del Mondo al Cairo

AnconaToday è in caricamento