Ancona abbraccia il Giro d'Italia, ma comanda il Covid: «Simbolo di unità, è la sfida al virus»

Gruppi di appassionati ad attendere i corridori, ma non come gli anni scorsi: distanziamenti e mascherine ma ad Ancona è stata comunque festa

Non è stato il Giro d’Italia che ha abbracciato Ancona nelle passate edizioni. Ad aspettare Nibali e compagni per l’undicesima tappa c’erano piccoli gruppi di appassionati, appostati ma distanziati con tanto di mascherina nelle rotatorie della Baraccola (GUARDA IL VIDEO). Qualcuno aspettava la carovana seduto sui muretti dei centri commerciali che danno su via Albertini, seguendo la tappa con la radiolina come ai tempi di Coppi e Bartali. Il colore è sempre il rosa insomma, il sapore però è stato diverso. Il Coronavirus si è fatto sentire eccome, ma è proprio alla pandemia che gli appassionati anconetani hanno voluto lanciare la sfida attraverso una delle gare ciclistiche più importanti del mondo: «Sì, quest’anno il Giro ha un significato tutto particolare, è anche una sfida al Covid perché simboleggia libertà» ha detto Andrea, impiegato in una delle attività commerciali. Come tanti, ha preferito passare la pausa pranzo aspettando la corsa lungo via Albertini.

Alle 12,30 le prime chiusure di tutte le arterie che si immettono lungo la principale strada della Baraccola in direzione nord. A sorvegliare la tratta anconetana della corsa c’erano agenti di polizia municipale, carabinieri, guardia di finanza e polizia. «Quanto manca?» ha chiesto un ragazzo ai volontari dell’Associazione nazionale carabinieri? «Sono a Porto Recanati, tempo 20 minuti e li vedi qua». 

 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Alle 13,03 l’elicottero annuncia l’avvicinarsi dei corridori, che da vicino sono solo un mix di colori che passano a tutta velocità. Sfilano la maglia rosa Joao Almeida, il vincitore della tappa di ieri Peter Sagan, lo "squalo" Vincenzo Nibali, il campione del mondo Filippo Ganna e tutti gli altri. Direzione, variante alla Statale e poi su fino al traguardo di Rimini. 
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Marche, ordinanza di Acquaroli: didattica a distanza nelle scuole e mezzi pubblici al 60%

  • Nuovo Dpcm, nessun divieto di circolazione: stop anticipato a bar e ristoranti

  • La piazza come una latrina, sorpreso a defecare: costretto a pulire i suoi escrementi

  • Nuovo Dpcm, arriva la firma di Conte: ecco cosa cambia da lunedì 26 ottobre

  • Folle corsa per la città, tra speronamenti e sorpassi: l'inseguimento e poi l'incidente

  • Il vento della protesta arriva anche ad Ancona

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
AnconaToday è in caricamento