Asteroide in arrivo, lo vedremo dal balcone: «Il vero spettacolo però sarà la cometa»

Non cadrà sulla terra e con le minime dotazioni sarà visibile anche da casa. L'esperto però assicura: «Il vero spettacolo arriverà subito dopo»

Foto di repertorio

Asteroide in avvicinamento, sfiorerà la terra il prossimo 29 aprile. “Ci mancava anche questa” è una delle frasi che imperversa sui social in uno dei momenti più drammatici che sta attraversando il mondo. Impatto imminente con relativo game over? No. «La vecchia terra ancora per noi girerà » cantavano “I cavalieri del re” nella sigla di “Godam” e lo dicono anche gli esperti: «Questo asteroide ha oscillazioni minime che però non permettono l’impatto- spiega Davide Ballerini, presidente dell’Associazione Marchigiana Astrofili - passerà a 6,3 milioni di km dalla Terra, pensate che la luna orbita a 300mila km e non ci è mai cascata sopra». Allarme no, attenzione però si. L’asteroide “1998 OR2” gira intorno alla Terra almeno dal 24 luglio del 1998 e sicuramente lo farà ancora (lo rivedremo il 18 maggio 2031). Rientra comunque nella categoria “PHA”, (Potentially Hazardous Asteroid) in cui sono inclusi i corpi minori che sfiorano il pianeta a meno di 7,5 milioni di km: «L’attenzione è dovuta dal fatto che questo asteroide potrebbe impattare in futuro- spiega Ballerini- questi oggetti hanno un’orbita variabile, ma in questo caso sono state fatte 1.200 misurazioni astronometriche e per il 29 aprile i parametri dicono che possiamo stare tranquilli».  

Come vederlo

Allora pensiamo a godercelo. L’asteroide non sarà visibile a occhio nudo, ma un normale telescopio sul balcone o addirittura un buon binocolo basterà e avanzerà. Occorrerà puntarlo tra le 21 e le 01 della notte tra il 29 e il 30 aprile: «Purtroppo non è ancora disponibile una mappa precisa del punto in cui sarà osservabile- spiega Ballerini- ma dovrebbe essere pubblicata a breve». Non è un meteorite, quindi non si vedrà una scia istantanea: «Vedremo un puntino luminoso che si muoverà nel corso delle ore- spiega Ballerini- come un pianeta, ma più velocemente». 

La cometa Atlas 

Il vero spettacolo però, assicura il direttore dell’osservatorio, si potrà ammirare tra il 6 e il 23 maggio con la cometa “Atlas”, che passerà a 116 milioni di chilometri. Attraverserà la costellazione di Giraffa, quella al fianco di Cassiopea, girerà intorno al sole e se ne andrà via. «La sua chioma sarà visibile presumibilmente anche a occhio nudo- conclude Ballerini- le previsioni sulla luminosità sembrano promettere molto bene».
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Il nuovo Dpcm arriva il 3 dicembre, limitazioni tra regioni e raccomandazioni per il Natale

  • Blitz in via 25 Aprile, Carabinieri e Polizia in massa blindano la strada: 4 arresti

  • Marche di nuovo in zona gialla, Acquaroli: «C'è la conferma del ministro Speranza»

  • Non lo vedono giorni, i vicini danno l'allarme ma è troppo tardi: uomo morto in casa

  • Marche di nuovo in zona gialla? Acquaroli ci spera: «La curva sta scendendo»

  • Lutto in Comune, morta a 45 anni la dipendente Patrizia Filippetti

Torna su
AnconaToday è in caricamento