rotate-mobile
Martedì, 30 Novembre 2021
Politica

Consiglio Comunale, il MoVimento 5 Stelle presenta quattro interrogazioni urgenti

Lo stabile di Piazza Pertini, il programma per la valorizzazione del patrimonio cittadino in chiave turistica, i lavori in alcune scuole cittadine e la raccolta firme della frazione Poggio

Nota- Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di AnconaToday

1) Durante il periodo di campagna elettorale per le Comunali del 2013 il sottoscritto aveva chiesto ed ottenuto l'utilizzo, dietro pagamento di canone di affitto, di un manufatto in Piazza Pertini come sede temporanea del MoVimento 5 Stelle.
Avverso tale proposero ricorso al TAR e, successivamente, al Consiglio di Stato i Sigg.ri David Favia ed Angelo Tomassetti contro il Comune di Ancona ed il sottoscritto.
Il TAR ed il Consiglio di Stato hanno rigettato i ricorsi e condannato  i ricorrenti al risarcimento di 1.000 euro a ciascun resistente .
La presente interrogazione e' per chiedere se il Comune di Ancona ha incassato i 1.000 euro e, in caso contrario, quali azioni ha messo in atto per il recupero specificando i dettagli dell'eventuale corrispondenza inviata.

2) Proprio nei giorni scorsi l'Assessore Marasca ha presentato in commissione cultura un programma per la valorizzazione del patrimonio cittadino in chiave turistica, per accrescere il ruolo culturale di Ancona all'interno dell'area vasta e della regione con progetti che comprendono investimenti importanti per la Pinacoteca, il Museo della Città, la Biblioteca e la valorizzazione degli altri musei cittadini. Nella stessa commissione è stato approvata all'unanimità una mozione volta a valorizzare dei reperti storici come la Vera di Pozzo Antiqui e Scudo di Famiglia Ferretti testimonianza della storia della città che sono ubicati nella zona adiacente Piazza San Francesco e il Palazzo degli Anziani. Proprio nell'ottica di rendere più decorosi gli itinerari turistici del centro storico ho fatto notare lo stato di piazza San Francesco deturpata da un numero considerevole di bidoni della raccolta differenziata, spesso strabordante di plastica, vetro e altri rifiuti che sicuramente deturpano gravemente l'itinerario che si vuole invece valorizzare con investimenti e progetti ampiamente condivisibili. Proprio ieri, tra l'altro, un quotidiano locale ha fatto una carrellata di foto in piena pagina su questo grave problema di decoro urbano a riprova di quanto questo problema sia sentito in città. Volevo sapere dall'Assessore Fiorillo se è vero che era stata presa la decisione di ridurre il numero di bidoni presenti nella piazza e coprirli alla vista delle persone con dei pannelli recanti informazioni storiche e turistiche, perchè ancora non è stato fatto questo intervento e se non sia più efficace studiare con l'ATA e gli altri soggetti preposti alla gestione dei rifiuti, la possibilità di attivare per alcune piazze e vie storiche la raccolta porta a porta spinta in modo da eliminare del tutto i bidoni che deturpano le piazze e le vie del centro storico.
Francesco Prosperi - M5S

3) Nel 2014 è previsto, sul capitolo #scuolebelle, uno stanziamento di 150 milioni che serviranno a finanziare interventi di piccola manutenzione, decoro e ripristino funzionale. Per Ancona sono stati  previsti interventi per 6 plessi.
Chiedo di sapere se gli interventi sono iniziati/terminati , quanti e quali sono in corso di ultimazione e quanti e quali ancora da iniziare.
Chiedo di sapere a quale plesso corrisponda l’intervento che nel tabulato pubblicato sul sito del MIUR corrisponde al codice ANAA81017 Via Ragusa.
Quanto al Progetto #scuolesicura chiedo di sapere se per gli interventi di edilizia scolastica finanziati (L.S. Galilei  - 150.000 euro e IIS Savoia Benincasa  - sede ITC Benincasa 482.756.00 euro) l'Amministrazione  è a conoscenza del fatto che siano già stati affidati i lavori.

Daniela Diomedi – Cons. M5S Ancona

4)Siamo a conoscenza che alcuni cittadini nella frazione di poggio si stanno mobilitando con la raccolta di firme per promuove una petizione dei residenti per la secessione. La volontà, contro quello che viene definito l'immobilismo delle amministrazioni anconetane che si sono succedute nel tempo, è quella di andare con il comune di Sirolo.La stessa cosa la stanno facendo i residenti della frazione di massignano e per gli stessi motivi.
Quali le azioni di apertura e dialogo che questa amministrazione intende avviare nel  rispetto delle necessità degli abitanti di queste zone?
Maria Ausilia Gambacorta

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Consiglio Comunale, il MoVimento 5 Stelle presenta quattro interrogazioni urgenti

AnconaToday è in caricamento