menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Foto di repertorio

Foto di repertorio

Sorpreso a vendere eroina, 37enne arrestato: aveva violato il decreto di espulsione

L'operazione dei carabinieri si inserisce in un'operazione del Comando provinciale volta al contrasto dei reati nei quartieri del Piano e degli Archi

Prosegue l'attività di controllo e contrasto alla delinquenza nei quartieri degli Archi e del Piano da parte del Comando provinciale dei carabinieri. Dopo la denuncia del 33enne che nascondeva in casa un vero e proprio arsenale con tanto di katana e pistole, ieri pomeriggio i carabinieri della Sezione Operativa del Norm della Compagnia di Ancona hanno arrestato in flagranza di reato un 37enne di origini tunisine, già noto alle forze dell’ordine, per spaccio di sostanze stupefacenti. Erano circa le 15,30 quando i militari della Sezione Operativa, appostati in via Giordano Bruno per la segnalazione di alcuni residenti che avevano segnalato uno strano movimento, hanno notato una macchina con a bordo due uomini.WhatsApp Image 2021-03-20 at 09.27.18-2

I militari hanno visto l'auto fare una brusca inversione di marcia per parcheggiare davanti ad un'attività commerciale. Nel frattempo il 37enne aveva raggiunto la macchina e si era seduto sui sedili posteriori. La scena non è sfuggita ai militari, intervenuti immediatamente bloccando il pusher. In mano aveva ancora tre dosi di eroina che stava proprio per cedere a guidatore e passeggero, rispettivamente un 47enne e un 29enne entrambi residenti a Montemarciano. I due acquirenti hanno confermato che l’appuntamento era fissato per comprare la droga. Per tutti e tre è scattata la sanzione per violazione delle norme anti Covid in quanto sorpresi a circolare in assenza di una valida giustificazione. 


Il 37enne, poi, è stato poi perquisito dai carabinieri che hanno scoperto nelle tasche 85 euro suddivisi in banconote di vario taglio, soldi ritenuti provento di attività di spaccio. Ulteriori accertamenti, inoltre, hanno permesso di appurare che l'uomo era inottemperante al decreto di espulsione emesso dall’Ufficio di Sorveglianza di Bologna, notificatogli lo scorso 19 febbraio. Perciò è stato denunciato anche per l’inosservanza del divieto di espulsione disposta dal giudice come misura di sicurezza. L'arrestato, al termine delle formalità di rito, è stato posto a disposizione dell’autorità giudiziaria. Questa mattina alle 10 si è svolto il processo per direttissima e il giudice ha convalidato l'arresto e ha disposto gli arresti domiciliari con l'applicazione del "braccialetto elettronico" nel suo luogo di residenza, Loreto. 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

Ancona millenaria va in tv: la storia della "dorica" in prima serata

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

AnconaToday è in caricamento