Marina Dorica: Stamura e Lega Navale insieme per rilanciare la vela

Non era mai successo. Ora le due società simbolo dello sport a vela di Ancona si uniscono sotto un'unica bandiera: quella del progetto "Ancona in vela", che punta a coinvolgere la città con il suo mare

Per decenni sono state così vicine, ma sempre viaggiando su due binari paralleli senza mai incontrarsi. Fino a ieri. Si perché dalla prossima estate, oramai alle porte, la Lega Navale sezione di Ancona e la Stamura Vela hanno deciso di mettersi insieme per un intento comune: il progetto “Ancona in Vela”. Si tratta di corsi estivi che, dal prossimo 9 giugno, richiameranno giovani dai 6 ai 14 anni, che potranno conoscere ed essere avviati a sport quali la vela e il wind-surf. Il tutto nella splendida cornice di Marina Dorica che però, rispetto al cuore pulsante della città, resta troppo spesso isolata. E allora ecco che il progetto Ancona in Vela non è soltanto sport e agonismo, ma un trampolino di lancio che nel prossimo futuro dovrà coinvolgere la città che non può dimenticare di avere una tradizione marinaresca. E lo dovrà fare in vista di attività che andranno dalle uscite in mare, fino ad incontri con gli studenti delle scuole anconetane. Nel frattempo nel porto turistico, le due società doriche stanno dando corpo a quella sinergia, mettendo insieme le loro strutture, i team di istruttori e le attrezzature.

“L’obiettivo comune è far conoscere la vela e il wind-surf ad Ancona – dice Giacomo De Carolis, uno degli istruttori – La vela ha dato tanto a noi istruttori e vogliamo condividere tutto questo con la città che, per essere coinvolta, deve avere dei progetti ben strutturati. Da sempre la Stamura e la Lega navale hanno sempre avuto due bandiere. Oggi e grazie a una sintonia trovata nel 2014, si è deciso andare oltre le barriere societarie e unirci per un unico scopo" ha ribadito De Carolis.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

E allora ecco che qualcuno comincia a muoversi per far sentire alla città il sapore di sport diversi dal solito, quelli della vela e del wind surf, che si praticano in un angolo del porto turistico di Ancona: “Abbiamo questo fazzoletto di mare, interno al porto, che ci consente di fare vela tutto l’anno, anche quando fuori ci sono i cavalloni. E’ come fosse una sorta di piscina che pochi possono vantare” ha ribadito il giovane istruttore.  E forse “Ancona in vela” potrà far uscire lo sport in mare da quello spicchio di porto per diventare patrimonio dell’Ancona marinara

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Marche, ordinanza di Acquaroli: didattica a distanza nelle scuole e mezzi pubblici al 60%

  • Nuovo Dpcm, nessun divieto di circolazione: stop anticipato a bar e ristoranti

  • Le Marche corrono ai ripari: raddoppio vaccini, tamponi in farmacia e potenziamento Usca

  • Erano l'incubo degli adolescenti, costretti ad inginocchiarsi: arrestati 5 baby stalker

  • Chiusura piazza del Papa, la Mancinelli avverte: ora palla agli anconetani

  • Terapie intensive, Marche terzultime in Italia: apre il Covid Hospital con medici militari

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
AnconaToday è in caricamento