Sosta selvaggia agli Ospedali Riuniti, la proposta approvata e mai attuata

Nel dicembre 2011, al tempo Coordinatore comunale di Alleanza per Italia e in maggioranza, feci una proposta alla giunta Gramillano

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di AnconaToday

Come noto le corsie di emergenza riservate alle ambulanze e ai bus sono costantemente occupate da auto in sosta, provocando tappi al deflusso veicolare con blocchi anche alla ambulanze. Anche in questi giorni il problema è di nuovo sotto in riflettori per i disagi, anche gravi, che si ripercuotono sull’accesso al Pronto Soccorso. La proposta che formulai prevedeva che le due corsie nella carreggiata in salita fossero destinate entrambe alla circolazione privata, o con doppio senso di circolazione o con senso unico in salita ed uscita a monte della rotatoria su via Conca. La carreggiata con le due corsie accanto all’ingresso dell’ospedale era destinata ai soli mezzi di soccorso e agli autobus, in doppio senso di marcia. La proposta venne approvata dalla Giunta nel luglio 2012 e sottoposta dall’Assessore Signorini al Direttore Generale dell’Azienda Ospedali Riuniti. Poi la Giunta Gramillano decadde e della proposta approvata la nuova Giunta non ne fece più nulla. Anni di disinteresse, situazioni incancrenite che periodicamente tornano alla ribalta, come questi giorni, eppure una soluzione c’è, approvata e ritenuta valida, perché la nuova Giunta non ne ha tenuto conto o non ne ha formulata un’altra idonea a risolvere il problema? Se può essere utile la mia proposta la ripropongo anche ora. 

Daniele Ballanti

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
AnconaToday è in caricamento