Porto: scarpe false nascoste tra altre autentiche, truffa da mezzo milione

Sequestrate al porto di Ancona circa 7.000 paia di calzature sportive contraffatte, abilmente occultate da numerosi altri scatoloni contenenti anch'essi scarpe, ma tutte con marchio autentico

Sequestrate al porto di Ancona circa 7.000 paia di calzature sportive contraffatte provenienti dalla Grecia che riproducevano in modo illegale e senza qualsiasi autorizzazione alcuni notissimi marchi: Puma, Atlanta Game e Ben10.
L’operazione, condotta dalla Guardia di Finanza in collaborazione con l’Agenzia delle Dogane ha presentato non poche difficoltà perché le scarpe tarocche erano “nascoste in piena vista”, ovvero abilmente occultate da numerosi altri scatoloni contenenti anch’essi scarpe, ma tutte con marchio autentico.
Inoltre le calzature, pur con i marchi contraffatti erano tuttavia di ottima fattura ed avrebbero ingannato anche l’occhio del più esperto acquirente.

L’intero carico stipato in un autoarticolato era  destinato ad un’azienda spagnola.
Al termine delle operazioni, la società che ha effettuato la spedizione è stata segnalata alla locale Magistratura con l’accusa di introduzione di materiale contraffatto nel territorio dello Stato.  
Dalla loro vendita sul mercato al dettaglio sarebbe scaturito un guadagno superiore ai 500.000 euro.
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Il nuovo Dpcm arriva il 3 dicembre, limitazioni tra regioni e raccomandazioni per il Natale

  • Marche di nuovo in zona gialla, Acquaroli: «C'è la conferma del ministro Speranza»

  • Blitz in via 25 Aprile, Carabinieri e Polizia in massa blindano la strada: 4 arresti

  • Sette furti, poi l'inseguimento da Polverigi ad Ancona: chi sono gli arrestati di via 25 Aprile

  • Marche di nuovo in zona gialla? Acquaroli ci spera: «La curva sta scendendo»

  • Lutto in Comune, morta a 45 anni la dipendente Patrizia Filippetti

Torna su
AnconaToday è in caricamento