rotate-mobile
Cronaca

Polo culturale al posto della vecchia scuola: inizia la demolizione

Durante la demolizione l’azienda ha garantito che saranno ridotti al minimo i disagi per i residenti, perché saranno adottati tutti gli strumenti per l’abbattimento delle polveri

FALCONARA - Comincerà lunedì 18 settembre la demolizione della ex scuola Lorenzini, a Villanova, dove nascerà il nuovo Polo socio-culturale a servizio di tutta la città. Nella giornata di ieri, venerdì 15 settembre, sono arrivati i mezzi della ditta Intech di Roma, cui sono stati affidati i lavori di demolizione e ricostruzione. Durante la demolizione l’azienda ha garantito che saranno ridotti al minimo i disagi per i residenti, perché saranno adottati tutti gli strumenti per l’abbattimento delle polveri e anche la viabilità interna al quartiere non subirà modifiche.

Le operazioni propedeutiche alla demolizione erano partite a fine giugno, con la rimozione degli infissi, dei vetri e in generale del materiale da recuperare. Nello stesso periodo era stata spostata in via Flaminia la centralina dell’Arpam per misurare gli inquinanti nell’aria. Ora il passaggio alla fase operativa vera e propria, che permetterà nel giro di un anno e tre mesi di realizzare il nuovo polo Lorenzini.

Con la realizzazione del nuovo ‘Civic Center’ saranno ricavati spazi per corsi formativi e creativi, un’aula informatica con postazioni Pc, una sala prove con locali insonorizzati per la registrazione, una palestra, e un’officina creativa, un auditorium da 50 posti e uno spazio multimediale, locali per l’organizzazione di eventi, sportelli front office anche per accogliere le segnalazioni di donne e minori in situazioni di disagio e Wifi libero. Sarà inoltre realizzata una grande area verde per attività all’aperto. Sempre nel nuovo polo Lorenzini sarà trasferito il Centro del riuso, dove lasciare e prendere gratuitamente oggetti ancora in buono stato. E’ quanto prevede il progetto dello studio Settanta7 di Torino, vincitore del bando per la progettazione. Il lavoro dei progettisti si è avvalso del contributo di cittadini, operatori economici e associazioni del territorio, che hanno potuto portare suggerimenti e istanze. I portatori di interesse sono stati consultati attraverso incontri pubblici, questionari e, per raccogliere le richieste dei residenti, sono state organizzate anche una ‘camminata’ per il quartiere e un’assemblea pubblica.

L’obiettivo della riqualificazione è quello di creare una nuova centralità non solo per gli abitanti del quartiere, ma per tutto il territorio, in modo da rivitalizzare Villanova. «La realizzazione del nuovo Polo Lorenzini è il primo tassello di una riqualificazione complessiva dell’area nord di Falconara – dice il sindaco Stefania Signorini – e si affianca a quanto previsto dal programma Pinqua per creare nuove connessioni tra il centro città e le zone periferiche: sarà recuperata l’ex Squadra Rialzo per realizzare un teatro e un museo dei trasporti, riqualificata l’Area Antonelli, ristrutturati gli immobili residenziali di proprietà comunale. Il tutto completato da un nuovo lungomare negli spazi lasciati liberi dai binari dopo lo smantellamento dello scalo merci. Anche la ex Caserma Saracini sarà riqualificata dall’Agenzia del Demanio, con cui stiamo lavorando per ottenere anche il tratto di spiaggia prima destinato al poligono di tiro, per realizzare un percorso ciclopedonale che colleghi Falconara con Marina di Montemarciano. Sono tanti i progetti che hanno ottenuto finanziamenti per una rinascita dei nostri quartieri».

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Polo culturale al posto della vecchia scuola: inizia la demolizione

AnconaToday è in caricamento