Sciopero generale del 12 dicembre: appello ai giovani da CGIL, "Gulliver" e "Reti Studenti Medi"

La CGIL Marche, assieme ai sindacati studenteschi "Gulliver" e "Rete Studenti Medi delle Marche", lancia il percorso di mobilitazione verso lo sciopero generale del 12 dicembre partendo dai giovani attraverso un appello pubblico

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di AnconaToday

La CGIL Marche, assieme ai sindacati studenteschi "Gulliver" e "Rete Studenti Medi delle Marche", lancia il percorso di mobilitazione verso lo sciopero generale del 12 dicembre partendo dai giovani attraverso un appello pubblico che pubblichiamo di seguito. Un testo breve che racchiude le motivazioni con le quali i giovani, gli universitari e gli studenti medi decidono di scendere in piazza assieme alla Cgil e che rilancia, sempre più, la necessità di chiedere un cambio radicale al Governo rispetto alle politiche attuate. L'appello sarà sottoscrivibile da chiunque ne condividesse le ragioni mandando un email a c.cotichelli@marche.cgil.it.
Verso il 12 dicembre: appello rivolto ai giovani 
Il 12 Dicembre, in occasione dello Sciopero Generale, i giovani del nostro Paese saranno chiamati, ancora una volta, a riempire le piazze e le strade con le proprie rivendicazioni per chiedere un paese migliore e che cambi realmente verso.
Nel momento in cui lavoro, scuola e università stanno andando nella direzione sbagliata dell'aumento della precarietà, della frammentazione delle tutele, e di diritti sempre meno certi, siamo convinti che l'unica risposta certa sia l'unità delle generazioni.
Studenti Medi, Universitari, disoccupati e lavoratori assieme per chiedere un cambiamento reale delle politiche del governo a partire dal Job Act che, ancora una volta, evita di dare risposte concrete a chi, da anni, sta pagando la crisi del sistema economico.
E, alla luce di una Legge di Stabilità che tralascia la fatiscenza delle scuole così come degli studentati, che rischia di ridurre ulteriormente le borse di studio e che denuncia la totale assenza di un piano straordinario di occupazione, non possiamo che chiedere alla politica azioni che siano anche in grado di  valorizzare i giovani e le loro potenzialità. 
Per queste ragioni, il 12 Dicembre saremo in piazza per chiedere:
- un sistema di istruzione realmente accessibile e capace di formare cittadini consapevoli e attivi
- un lavoro senza inganni e con diritti certi
- un futuro all’altezza dei nostri sogni 
 
Promossa da:
- CGIL Marche
- Rete Studenti Medi Marche
- Gulliver – Sinistra Universitaria Ancona

 

Torna su
AnconaToday è in caricamento