Election day ad ottobre: Francesco Micucci (Pd): «poco appassionato al tema»

Pareri differenti sono emersi durane il consiglio regionale dove si è parlato dello spostamento delle elezioni a causa dell'emergenza sanitaria

Durante il consiglio regionale del 30 aprile si è parlato dello spostamento delle elezioni regionali ad ottobre. A tal proposito Luca Marconi (Udc-Popolari Marche) ha presentato la mozione con cui si chiede al Governo nazionale di tenere separate le date per la celebrazione del referendum confermativo e le elezioni per il rinnovo dei consigli regionali e comunali. L'agenzia Dire riporta che lo stesso Marconi ha auspicato che: «prevalga il buon senso e si vada dunque al rinvio delle elezioni, anche perchè, essendo stata dichiarata l'emergenza sanitaria fino al 31 luglio, non si capisce perchè si dovrebbero fare le elezioni prima di quella data».

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

 Il capogruppo Francesco Micucci (Pd) si è detto: «poco appassionato al tema della data delle elezioni» anche alla luce del fatto che la decisione sulla data «dipende poco o nulla dal consiglio regionale ma decide il Governo», aggiungendo anche che «su questo tema occorre dare spazio, più che a valutazioni di ordine politico, a valutazioni di ordine sanitario». Il consigliere Piero Celani (Fi), replicando anche a quanto detto dall'assessore Cesetti, ha sostenuto che «la riapertura del barbiere non e' paragonabile alle elezioni», ritenendo che non ci siano le condizioni per svolgere la campagna elettorale in questa fase «dato che non e' possibile fare adunanze o riunioni, e in questa situazione avrebbe la meglio chi può fare campagna elettorale online e questa non sarebbe democrazia». In conclusione l'ex sindaco di Ascoli Piceno chiede che «vengano recuperate prima le condizioni di tranquillità e sicurezza, non si può fare campagna elettorale in questa situazione con territori in forte difficolta, si vada ad elezioni quando tutto questo è finito» Sul punto si è trovato d'accordo anche il presidente del consiglio regionale, Antonio Mastrovincenzo. « Condivido questa posizione- ha detto riferendosi all'intervento di Celani-. E condivido la presa di posizione dei capigruppo che hanno inviato nota al presidente Ceriscioli»

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Abusi sessuali su un'alunna, maestro allontanato dalla scuola: la verità nei suoi diari

  • «Non faccio sesso da 2 anni», donna lo urla ed arrivano decine di persone

  • «Con quella mascherina nera non può votare»: avvocatessa respinta dal seggio

  • Schianto con il camper, Luca non ce l'ha fatta: è morto dopo 5 giorni di agonia

  • Denti ingialliti, come risolvere il problema rapidamente e senza igienista

  • Dagli show al semaforo, al grattino da 300mila euro: la sliding door di Tiziano

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
AnconaToday è in caricamento